Ribera: Nelle strade di campagna da riparare manca quella di Poggio Diana

1630

Nell’elenco delle strade di campagna, sia rotabili che trazzere, in corso di riparazione da parte della civica amministrazione con fondi comunali, manca l’importante strada interpoderale che dal centro urbano, attraverso centinaia di ettari di agrumeto, porta prima al castello di Poggio Diana e poi alla sponda sinistra del fiume Verdura. A segnalare l’assenza dell’arteria, dopo la pubblicazione da parte dell’assessorato all’Agricoltura delle contrade interessate, sono stati ieri non solo alcuni consiglieri comunali della minoranza, ma soprattutto diversi agricoltori che hanno riferito di avere segnalato più volte l’impraticabilità della strada comunale di Poggio Diana. Sulle strade aveva presentato un’interrogazione il consigliere Benedetto Vassallo.
Per la verità, la rotabile è ridotta da tempo ai minimi termini perché presenta diverse frane che restringono la carreggiata, tante buche pericolose per i mezzi e per i viaggiatori, le erbacce che hanno “mangiato” le cunette e tufo arenario che precipita dalla collina. Il transito è sempre a rischio, ma soprattutto nella stagione invernale quando gli agricoltori raccolgono le arance. E’ successo talvolta che qualcuno è rimasto in mezzo alla strada.
L’arteria, se opportunamente riparata, avrebbe una doppia finalità. Quella di essere messa al servizio dell’agricoltura, base fondamentale dell’economia locale, e anche di permettere un transito regolare a quanti, turisti ed emigrati, vogliono visitare i ruderi del castello di Poggio Diana, posto lungo la strada e sul cocuzzolo di una collina. Agricoltura e turismo, qui più che altrove, dovrebbero andare a braccetto. Tanti si augurano che sia una semplice dimenticanza o che la strada sia oggetto di altro progetto e finanziamento.