Ribera: Incendio in contrada Camemi

1691

Un incendio di vaste proporzioni ha interessato oltre trenta ettari di terreno in contrada Camemi, tra la strada provinciale per Seccagrande, la SS. 115 e alcune arterie comunali. Le fiamme, pare di origini dolose, si sono sviluppate intorno alle 14.15 e i terreni adiacenti sono stati messi in sicurezza dalle squadre del corpo forestale verso le ore 19.
Sul posto, dove non si poteva arrivare con le autobotti, hanno dato subito l’allarme gli ispettori Filippo Colletti, Giovanni Catalanotto e il revisore de distaccamento forestale di Ribera Vito Priolo, i quali hanno guidato le operazioni delle squadre antincendio 8 e 9 di Ribera e la squadra dei volontari dei vigili del fuoco di Cianciana.
Le fiamme hanno investito l’area di circa trenta ettari di cui dieci a boschi di Pino d’Aleppo e venti a terreni incolti. Si è capito subito che l’incendio avrebbe potuto causare danni ingenti non solo alle culture, ma anche alle abitazioni estive e ai caseggiati rurali. È scattato immediatamente l’allarme e nel giro di trenta minuti sono arrivati sul posto due elicotteri del corpo della forestale e un canadair che hanno rovesciato per oltre due ore un notevole quantitativo di acqua sui terreni in fiamme.
Gli elicotteri prelevavano l’acqua da alcuni laghetti presenti sul territorio, mentre il canadair ammarava nelle acque di Seccagrande e tornava nel giro di pochi minuti. Per evitare pericoli ai mezzi aerei sono state momentaneamente dismesse le linee elettriche dell’Enel che nella zona passano con tensione che va dai 25 ai 150 mila volt. Sono in corso le indagini da parte degli agenti del corpo forestale. Dai primi sopralluoghi pare che ci si trovi in presenza di un incendio doloso.