Siculiana: Operatore del 118 salva un diciottenne da annegamento

333

A volte nella vita ci vuole un pizzico di fortuna, specie se capita di andare al mare, di sentirSi male e di trovare sulla spiaggia un operatore che fa ripartire il cuore che si era fermato. L’episodio si è verificato sulla spiaggia di Torre Salsa di Siculiana in contrada “Fungiteddra” quando un giovane diciottenne, in acqua con il genitore, si è accasciato perché colpito da malore. Le grida immediate del padre hanno attirato sulla spiaggia l’attenzione di un soccorritore esperto, Massimiliano Alaimo (nella foto), infermiere professionale della centrale operativa del 118 di Caltanissetta, che si trovava sulla spiaggia in vacanza con la famiglia. L’operatore ha avuto il tempo di allertare telefonicamente i soccorsi e di buttarsi in acqua per raggiungere il giovane. Ha capito subito che il ragazzo si trovava in arresto cardiocircolatorio per l’acqua salata inalata e da buon soccorritore ha praticato al diciottenne le manovre del BLS per oltre tre minuti quando si è accorto felicemente che il cuore del giovane aveva ripreso a battere. Tempestivamente sono arrivate sulla spiaggia le ambulanze e gli operatori Alfa 17 di Siculiana e Alfa 9 di Ribera che hanno accertato che la condizioni del ragazzo si erano già stabilizzate. Per precauzione, il diciottenne è stato accompagnato presso l’ospedale di Sciacca per accertamenti.