Palermo: Marevivo presenta le osservazioni contrarie al permesso di ricerca per sali potassici e alcalini ‘Eraclea’ in territorio dei comuni di Ribera e Cattolica Eraclea.

247

Anche l’Associazione MarevivoSicilia ha presentato all’ Assessorato del Territorio e dell’Ambiente della Regione Siciliana, al Ministero della Tutela del Territorio e del Mare Direzione generale per le valutazioni e le autorizzazioni ambientali(DVA) e agli uffici territoriali di competenza, le osservazioni inerenti al procedimento di verifica di assoggettabilità a V.I.A. ai sensi dell’art. 20 del D.Lgs 152/06 e s.m.i., presentata dalla General MiningResearchItalysrl, “Permesso di ricerca per Sali potassici e alcalini “Eraclea” in territorio dei comuni di Ribera e Cattolica Eraclea”
In riferimento a tale iniziativa il presidente della delegazione siciliana di Marevivo – Fabio Galluzzo – manifesta grande preoccupazione per la mancata attivazione della procedura di Valutazione di IncidenzaAmbientale/Ecologica, che comporta una grave incidenza a carico di un territorio ad alta valenza naturalistica e oggetto di ampia tutela paesaggistica.
Infatti il territorio interessato detiene numerose aree protette con livello di tutela 3, preservandole da qualsiasi attività di ricerca, se non finalizzata allo sviluppo dell’ecosistema vegetale e al mantenimento dell’habitat naturale.
L’area interessata è in gran parte sottoposta a difesa e solo una piccolissima parte – equivalente a poco più di un decimo – rimane fuori dai limiti di salvaguardia dell’ambiente.
Le numerose aree naturali limitrofe al Fiume Platani, alla Foce del Magazzolo, a Capo Bianco e Torre Salsa, il patrimonio geologico, i sentieri naturalistici, le fertili coltivazioni delle arance, delle olive e dei vitigni, ma nello stesso tempo i rischi di una parte del territorio esposto a dissesti idrogeologici, aumentano l’apprensione delle associazioni che operano sul territorio e anche delle comunità che vi risiedono.
L’azione delle associazioni e delle altre istituzioni che si sono mosse a difesa di questo patrimonio naturalistico puntano a contrastare il rilascio del permesso, ritenendo che il progetto “Ricerca per Sali potassici e alcalini ‘Eraclea’ in territorio dei comuni di Ribera e CattolicaEraclea” debba essere assoggettato alle più rigorose Valutazioni di Impatto Ambientale, integrate con apposita Valutazione d’Incidenza al livello appropriato ai sensi del D.P.R. 357/97, e per i motivi su specificati, si ritiene che ci siano tutti i presupposti per fermare questo ennesimo attacco all’ambiente naturale.

Palermo, 4/07/2018