Burgio: Incontro sulla comunicazione genitori-figli

1157

” Non siamo capaci di ascoltarli” così recita il titolo di un saggio assai noto di Paolo Crepet. Scritto e pubblicato quasi vent’anni fa, analizzava i comportamenti degli adulti, genitori e docenti, nei confronti degli adolescenti cosiddetti silenziosi. Mancanza di vero dialogo, superficialità nei rapporti, lacune nell’educazione non più autorevole…ancora oggi temi attuali ed irrisolti.

Il 28 giugno alle 18 a Burgio si è svolto “Cinema Ins(i)eme” incontro con docenti, operatori sociali, cittadini, amministratori pubblici.

L’iniziativa nasce da un progetto educativo del dott. Antonello Nicosia, pedagogo esperto in trattamento penitenziario, con un largo approfondimento sui temi di grande rilevanza sociale, la proiezione del film “Wonder”. Gli interventi erano diretti ad indagare sulla difficolta’ di comunicazione tra genitori e figli, soprattutto nelle famiglie coinvolte in problematiche giudiziarie, la genitorialità negata e la famiglia.


L’ incontro, patrocinato dall’ o.i.du. e dal comune di Burgio, oltre che dall’associazione antiracket di Mazara del Vallo, ha visto coinvolte le mazaresi, Francesca Incandela docente di lettere, scrittrice e presidente dell’associazione antiracket di Mazara e la dott.ssa Teresa Giacalone, regista sociale, esperta nella realizzazione di docufilm sui temi trattati. Hanno aperto i lavori il vice sindaco dott.ssa Antonella Leo Virisario e il direttore dell’area servizi sociali dott.ssa Annamaria D’alessandro.
La visione del film e il dibattito hanno permesso a tutti i partecipanti di intervenire esternando stati d’animo, impressioni, disagi e soluzioni. Seguiranno altre iniziative interessanti a Burgio, ma anche a Villafranca Sicula, il sindaco prof. Mimmo B,alsamo sensibile ed esperto nella formazione di soggetti svantaggiati, si è mostrato disponibile ad ospitare incontri su questi temi che coinvolgono la cittadinanza tutta.