Burgio: Vertice di amministratori comunali per la campagna irrigua

496

Sindaci, amministratori comunali, organizzazioni professionali agricole e dirigenti del consorzio di bonifica 3 di Agrigento si sono incontrati nel museo dell’ex casello ferroviario per discutere e programmare la campagna irrigua e i suoi costi, vertice promosso da Andrea Puleo della CIA. Era assente il direttore generale del consorzio Giovanni Tomasino per impegni già assunti.
La struttura consortile aveva deliberato il pagamento di otto centesimi di euro a metro cubo di acqua, al consuntivo della campagna irrigua del 2015. La CIA ha ottenuto di far slittare il pagamento dal 30 settembre al 31 dicembre e di rateizzare alle aziende agricole le somme da pagare al consorzio oltre i 250 euro. È stato precisato dal consorzio che nessun onere è previsto per il 2016, mentre per il 2018 gli agricoltori dovranno pagare un acconto di 19 centesimi con a saldo a fine campagna di 23 centesimi.


È stato sottolineato dai sindacati della CIA e del CSA che le spese per i terreni sottesi sono passati da 20 euro ad ettaro del 2013 agli 85 del 2018. È stato concordato di organizzare un incontro a Palermo con l’assessore Bandiera per ottenere degli aiuti finanziari. È stato auspicaato anche un incontro tra agricoltori e consorzio al fine di consentire delle detrazioni economiche a quanti nel territorio tra Villafranca e Burgio, privo di canalizzazioni, attingono l’acqua direttamente dal fiume, a proprie spese. Sarà costituito un tavolo tecnico permanente tra sindaci, agricoltori e consorzio per programmare e mettere in calendario la distribuzione idrica.