Presentazione del libro di Pirandello e Veneroso a Palermo

249

Domani sarà presentato, alle ore 18, nella libreria Paoline di via Notarbartolo 19 g, a Palermo, il libro autobiografico scritto a quattro mani da Pierluigi Pirandello, avvocato e filantropo, figlio di Fausto, da poco scomparso, e da Alfonso Veneroso, avvocato, docente ed attore, figlio del compianto Primo di Sciacca. Per le edizioni De Luca editori d’arte, il libro, dal titolo “Il Pirandello dimenticato”, ripercorre, seguendo il filo dei ricordi, il vissuto di Pierluigi Pirandello, nipote del premio Nobel Luigi e figlio del grande pittore Fausto.
Si tratta di uno scrigno di memorie che svela un’intimità che soltanto un familiare può raccontare perché storia vissuta. A Palermo il libro sarà presentato da Fernanda Di Monte, Davide Camarrone, Teresa Di Fresco. Letture sono a cura di Patrizia Genova. Sarà presente la consorte di Pierluigi Giovanna Carlino, originaria di Ribera.
A 150 anni dalla nascita del grande drammaturgo agrigentino, questo libro rappresenta un tassello prezioso ed imperdibile per una viva conoscenza e per un’immersione nella grande famiglia dei Pirandello.A poco più di tre mesi dalla morte di Pierluigi, le parole, i ricordi, che ha lasciato, quasi una dettagliata intervista sulle opere artistiche realizzate dal padre Fausto, possono sembrare il testamento di Pierluigi.
Il libro era stato presentato a Roma, al Museo H. C. Andersen, il 12 dicembre scorso, alla presenza degli autori, con Maria Giuseppina Di Monte, Flavia Cristiano, Francesca Ferragine, Michael Roesner ed Alfonso Veneroso.Le letture sono state di Francesca Gatto. Il primo marzo scorso, a Roma, alla vigilia di una presentazione, l’avvocato Pierluigi ha lasciato i suoi ricordi e i suoi affetti.