Ribera: Urge un finanziamento per la chiesa di San Francesco

1291

Da tempo urge un finanziamento per la chiesa di San Francesco D’Assisi. Nella stagione invernale l’acqua piovana penetra dal tetto e il parroco è stato costretto a spostare diversi banchi e a sospendere alcune attività giovanili della parrocchia. Le piogge penetrano attraverso le lamelle di rame che coprono l’artistico tetto del luogo di culto che, posto sulla centrale via Imbornone, somiglia ad una goccia d’acqua.
Sia il parroco don Salvatore Fiore e tanti parrocchiani auspicano che possa essere individuato un buon finanziamento regionale per potere riparare i danni. Negli anni scorsi qualche piccolo intervento è stato realizzato in economia ma il problema del l’infiltrazione della pioggia non è stato risolto.
Tanti fedeli vorrebbero offrire ancora delle somme di denaro che tuttavia non sarebbero sufficienti a riparare il tetto di una chiesa che è stata costruita appena negli anni 80. Sarebbe opportuno che le autorità locali presentino un progetto di ristrutturazione che potrebbe attingere ad opportuni finanziamenti della regione siciliana. Tutti i parroci che si sono alternati alla guida della parrocchia di San Domenico Savio hanno fatto qualcosa, ma gli interventi non sono stati radicali e l’acqua piovana, dopo mesi dalle piogge, continua a riempire i secchi messi in chiesa.
Per tale ragione, la chiesa che don Emanuele Casola ha voluto dedicare a San Francesco, ha fatto registrare delle riduzioni, non delle funzioni propriamente religiose, ma dei momenti di formazione dei giovani, dal catechismo alle riunioni di gruppo, in una chiesa dove mancano i locali per svolgere catechesi ed oratorio.