Cianciana: Il comune ottiene finanziamento per lavori di risanamento dell’ex Convento dei Frati Francescani Minori

682

Il comune di Cianciana ha ottenuto un finanziamento, della Regione Siciliana, di un milione di euro per i lavori di risanamento conservativo dell’ex Convento dei Frati Francescani Minori, sede del museo archeologico regionale. Il progetto è stato redatto dall’architetto Paolo Sanzeri e dal geometra Giuseppe Sanzeri dell’ ufficio tecnico del comune di Cianciana.
Con il nuovo finanziamento si vuole mettere in sicurezza l’edificio, con opere strutturali e con il restauro dei prospetti, degli infissi esterni e dei locali interni del piano primo al fine di poter realizzare, in sede autonoma, il museo delle miniere di zolfo, altra tappa importante per il recupero delle origini ciancianesi. Attualmente i locali dell’ex convento ospitano il centro informazioni e accoglienza ai turisti, il centro letteratura siciliana “Alessio Di Giovanni”, la sala espositiva delle miniere di zolfo, dei reperti archeologici dell’Antiquarium, il museo archeologico e l’archivio.
Il museo archeologico regionale, a gestione comunale, sito nel complesso dell’ex Convento dei Frati Francescani, posto nel Largo Convento, contiene cinquecento reperti archeologici provenienti dalla campagna di Survey, effettuata dal prof. Johannes Bergemann, direttore dell’istituto archeologico della “Georg Augus Universitat” di Gottingen, negli anni che vanno dal 2009 al 2011.
I reperti provengono dai territori di Alessandria della Rocca, Bivona, Cianciana e Santo Stefano Quisquina. “Un grazie al sindaco Santo Alfano e a tutti i componenti dell’amministrazione comunale – afferma il direttore del museo archeologico Sanzeri – per aver creduto che gli interventi diretti a potenziare le attività culturali di Cianciana sono anche elementi di crescita sociale, culturale ed economica”.