Calcio Promozione: Atletico Ribera – Castellammare gara sospesa al 40’ per ritiro Castellammare sul 7-3 per l’Atletico

718

ATLETICO RIBERA: Allegro, Segreto, Li Bassi, Morello, Interrante, Campanella, Piazza, Macaluso, Santangelo, Catalanotto, Caico.
CASTELLAMMARE: Cruciata, Di Tusa, Randazzo S., Plescia, Lo Jacono, Randazzo A., Alaimo.
Arbitro : Cutaia di Agrigento
Reti : 5’, 9’, 14’ Santangelo, 12’ Piazza, 19’ Segreto, 23’ Segreto (autogoal), 27’ Randazzo, 34’ Alaimo.
RIBERA. Ultima giornata del campionato di promozione e goal a grappoli, mai visti in questi ultimi anni, al Nino Novara. L’Atletico Ribera è salvo è gioca per divertimento, quasi un allenamento. Il Castellammare, già condannato alla retrocessione, arriva in 9 uomini. La partita è sospesa dall’arbitro perché gli ospiti trapanesi al 40’ si sono ritrovati in 7 atleti per due infortuni, quando il risultato era già sul 7-3.
Parte forte la squadra di mister Montalbano e al quarto d’ora già conduce nettamente con una tripletta di Santangelo. Poi incrementano il risultato Piazza e Segreto che fanno cinquina, con il Castellammare in grave difficoltà per l’inferiorità numerica. Poi una autorete di Segreto sembra riaprire perché il Castellammare mette a segno due goal con Randazzo e Alaimo, ma quando Plescia realizza l’autogol, sul 7-3, due atleti trapanesi si fermano per infortuni e crambi e la squadra ospite resta in campo con sette giocatori. All’arbitro non è rimasto altro che fischiare la sospensione della partita.