Ribera: I solisti del Toscanini protagonisti al Teatro Verdura di Palermo con “Messa Rock”

442

Il 27 Luglio i “Solisti del Toscanini” andranno in scena nello splendido scenario del Teatro di Verdura di Palermo, Città della Cultura 2018, nell’ambito della Stagione Estiva Ufficiale presentata ieri dal Sindaco Leoluca Orlando a Palazzo delle Aquile; docenti e studenti dell’Istituto saranno i protagonisti della “Messa Rock” di L Bernstein, imponente opera che sarà eseguita per la prima volta in Sicilia in una coproduzione tra l’Istituto Toscanini e la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana con un nuovo concept del compositore e direttore d’orchestra Gaetano Randazzo.
In occasione del centesimo anniversario della nascita del grande compositore e direttore d’orchestra statunitense Leonard Bernstein(Lawrence, 25 agosto 1918 – New York, 14 ottobre 1990) e nell’ambito delle manifestazioni per Palermo città della Cultura 2018, sarà realizzata la “Rock Mass” per orchestra Sinfonica, Rock band, Coro di voci bianche, solisti di blues, Rock singer, jazz singer e cantanti lirici. L’evento vedrà impegnati sul palco più di 160 musicisti tra il Coro e l’Orchestra Sinfonica Giovanile Siciliana, e i Solisti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera- Agrigento in una nuova edizione della “Messa Rock” elaborata appositamente per l’occasione dal compositore e direttore d’orchestra Gaetano Randazzo. Il progetto è una coproduzione fra la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana e l’Istituto Toscanini.
Il Direttore Prof.ssa Mariangela Longo afferma: “Questa importante coproduzione è l’avvio di un’altra prestigiosa collaborazione, quella con la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, Ente sinfonico di grande spessore e tradizione; con il Sovrintendente Giorgio Pace ci siamo intesi subito perfettamente con il comune intento di sostenere e produrre i giovani talenti in uno dei Teatri più suggestivi della Sicilia, grazie anche alla preziosa collaborazione e disponibilità del Comune di Palermo che sostiene la Cultura a 360 gradi, come afferma lo stesso sindaco Orlando: “La cultura non è fatta da un unico colore o da una singola nota o da una lettera dell’alfabeto, ma é il loro insieme che genera cultura”.