Non si fermano all’alt della polizia, un riberese arrestato e un giovane di Calamonaci denunciato

2520
SONY DSC

Non si sono fermati ad un posto di blocco della Polizia, sono stati inseguiti e poi, a piedi, hanno fatto perdere le loro tracce. Ma sono stati intercettati successivamente da un’altra Volante del commissariato che era uscita per dare supporto ai colleghi. Serata animata alle porte di Sciacca per due giovani, uno di Ribera, e l’altro di Calamonaci, il primo dei quali con precedenti e nei confronti del quale vigeva la misura degli arresti domiciliari. Un’auto della Polizia ha inseguito i due che erano su un’autovettura che non si era fermata all’alt durante un posto di controllo sulla strada statale 15, in contrada Piana. Gli occupanti sono poi fuggiti a piedi in un terreno nella zona di Tabasi, nei pressi dell’ospedale e al confine con la strada statale. Nella stessa nottata i due soggetti sono stati poi individuati da altri due equipaggi del commissariato, usciti per l’occasione. Uno, A.S., riberese di 24 anni, è stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari, porto di oggetti atti ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale. Gli sono state contestate anche le violazioni per guida con patente revocata. L’autovettura è stata inoltre sequestrata perché senza assicurazione. Nel corso della perquisizione è stato rinvenuto un grammo di hashish. L’altro soggetto, G.F., un 27enne di Calamonaci, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e per possesso di oggetti atti ad offendere. L’attività condotta dagli agenti del commissariato diretto da Giuseppe Ruggiero, si inserisce nel controllo delle strade di collegamento tra il centro abitato e la provincia di Palermo, dove quasi sempre avviene l’approvvigionamento di sostanze stupefacenti.
GIUSEPPE RECCA