Ribera: Svolti i convegni su bullismo e cyberbullismo organizzati dall’I.C. F. Crispi

1123

Il 9 marzo 2018 presso la Sala Convegni del comune di Ribera e il 12 marzo 2018 presso i locali dell’ IC “F. Crispi”(plesso Mosca), si sono svolti due convegni-dibattito sulla prevenzione del bullismo e del cyberbullismo; il primo alla presenza delle istituzioni territoriali, genitori e cittadinanza, il secondo rivolto agli studenti delle classi seconde della SSIG. Relatori dei due convegni sono stati : il Dirigente scolastico prof.ssa Maria Angela Croce, il magistrato F. Cerrone(09/03/2017), il magistrato V. Stabile(12/03/2017),l’ avv. A. Tornambè(09/03/2017) e la psicologa F. Cimino. Durante l’ incontro del 9 marzo ha introdotto i lavori il D.S. che dopo aver delineato nelle linee generali il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo e le responsabilità sia dei genitori che della scuola, ha presentato il progetto d’Istituto “Educare ad un uso consapevole della tecnologia: prevenzione del cyberbullismo”elaborato dalla referente al bullismo e cyberbullismo ,prof.ssa M. A.Guirreri e portato avanti da tutti i docenti delle classi seconde della SSIG. Tale progetto inerente l’area legalità del PTOF oltre a questi incontri ha previsto altri step, quali l’ analisi delle Linee di Orientamento ministeriali,l’ incontro con l’autore Campanella dopo la lettura del testo “ Ora Basta!”, la preparazione di cartelloni, la realizzazione di un cortometraggio dal titolo “Una storia di bullismo e cyberbullismo” e il flash mob durante la giornata del Safer internet day. Nell’ incontro del 9 marzo i relatori , il magistrato F. Cerrone e l’ avv. A. Tornambè hanno contribuito a definire la dimensione giuridica del fenomeno e i profili penali della Legge n. 71/2017. E’ stato messo in evidenza il carattere preventivo della legge, si è parlato della figura del questore e dell’ ammonimento e della possibilità di bloccare ed oscurare il contenuto di messaggi o video compromettenti.

La psicologa F. Cimino, da un punto di vista psicopedagogico ha illustrato le caratteristiche del bullismo e del cyberbullismo, gli strumenti utili e necessari per reprimere tale fenomeno e accompagnare il ragazzo in un processo di autostima mediante un’ educazione volta a creare un ambiente di apprendimento accogliente e cooperativo e mai giudicante, sottolineando altresì come il genitore deve essere genitore e non l’amico del figlio , permettendo a quest’ ultimo di affrontare in prima persona gli ostacoli che può incontrare nel proprio percorso di crescita. Dopo tali interventi sono emersi spunti di riflessione che hanno permesso ai partecipanti di raccogliere diversi input e rivolgere domande ai relatori. Nel corso dell’ incontro del 12 marzo il Dirigente Scolastico prima di passare la parola ai relatori si è complimentata con gli allievi per il cortometraggio realizzato. Il magistrato V. Stabile ha esposto in modo chiaro ed efficace le diverse forme di tutela e le sanzioni nei casi di cyberbullismo. Successivamente la psicologa F. Cimino, coadiuvata dalla dott.ssa Colmone dopo un’introduzione sul bullismo e sul cyberbullismo è intervenuta coinvolgendo gli alunni con un’attività di brainstorming che si è conclusa con la scrittura di una lettera anonima , da parte di ogni singolo ragazzo, indirizzata ad una “Pecora-vittima” o ad un “Lupo-carnefice”. E’ stato così possibile avere immediata contezza, dopo averne lette alcune, di casi di disagio presenti tra gli alunni, che notevolmente interessati alla tematica affrontata, alla fine, sono intervenuti ponendo domande significative sia al magistrato che alla psicologa.
Docente referente
M. Antonella Guirreri
Dirigente Scolastico
Maria Angela Croce