Ribera: Entro maggio inizieranno i lavori di ricostruzione delle case popolari

1514

“Entro maggio inizieranno i lavori di demolizione e di ricostruzione dei 60 alloggi di Largo Martiri di Via Fani”. Sono queste le parole di Gioacchino Pontillo, commissario straordinario dell’istituto autonomo case popolari, che ieri mattina, nella sala convegni del palazzo comunale, ha incontrato l’amministrazione comunale di Ribera e gli ex residenti delle case popolari. I dirigenti dell’Iacp Gioacchino Pontillo e Antonella Siracusa, quest’ultima riberese e nuovo direttore generale dell’istituto, hanno spiegato che le procedure burocratiche per la ricostruzione delle case stanno procedendo e che la prossima settimana verrà firmato il contratto con la ditta che vinto la gara d’appalto. “Per accelerare l’iter burocratico – afferma il commissario Pontillo – abbiamo fatto una convenzione con l’Iacp di Palermo, che ha una struttura organizzativa più innovativa rispetto a quella di Agrigento, proprio per fare le verifiche sulle certificazioni. Contiamo entro maggio di dare inizio ai lavori, per dare serenità alle famiglie”.
Ci sono state forti polemiche e momenti di tensione avanzate dagli ex residenti di Via Fani, ormai stanchi dell’ennesima riunione. “Siamo demotivati e ci sentiamo presi in giro – ci dice qualcuno di loro – tante promesse fatte, ma adesso vogliamo vedere i fatti. I ritardi sono stati non indifferenti, dopo sei anni siamo molto arrabbiati”. Il sindaco di Ribera Carmelo Pace dichiara: “Noi adesso abbiamo il compito di verificare e controllare che l’iter burocratico prosegua, se entro fine maggio non otteniamo i risultati promessi, non mancheranno sicuramente altre azioni di protesta eclatanti”.