Cattolica Eraclea: La Regione salva la spiaggia di Eraclea Minoa.

1566

Il problema dell’erosione costiera di Eraclea Minoa finalmente approda all’assemblea regionale siciliana. Alla seduta della commissione Territorio e Ambiente, presieduta dall’onorevole Giusy Savarino, erano presenti il sindaco di Cattolica Eraclea Santo Borsellino, il consigliere comunale e segretario del PD, Alessandro Miliziano, i deputati della commissione e alcuni esponenti delle associazioni e delle attività commerciali che operano ad Eraclea Minoa. Finalmente, Eraclea Minoa ha una speranza.
L’assessore all’ambiente Cordaro, capendo che i tempi burocratici per la cantierazione e la realizzazione del progetto sono lunghi e che non si può restare inermi d’innanzi l’urgenza, ha concordato con il sindaco e la commissione, l’istallazione di una “barriera paramassi” che disperderà le onde, così da non erodere ulteriormente la costa. “Voglio sperare nella maggiore celerità dell’intervento – afferma il consigliere Miliziano – condividendo l’ottimismo dell’assessore Cordaro e dei tecnici che hanno proposto questo tipo di intervento”.
Il sindaco Borsellino si assume le responsabilità per la perdita del finanziamento, in quanto non si è presentata l’istanza. L’amministrazione comunale si è adoperata, con somme comunali, di proporre un progetto a normativa europea. La soluzione per Eraclea, però, è arrivata: frutto di un dialogo costante tra le istituzioni, regione e comune.
La natura purtroppo non rallenta la sua opera distruttiva. Le ultime mareggiate sono entrate nel bosco abbattendo altri pini come birilli e hanno invaso le pizzerie e i ristoranti che si trovano allocati sulla spiaggia, creando una situazione davvero tragica.
Con questa iniziativa la Regione Siciliana dovrebbe permettere la salvezza di una delle più belle spiagge del litorale agrigentino. Sarebbe un notevole incremento per l’area archeologica, per la spiaggia dorata di Eraclea Minoa, per il bosco demaniale della forestale, in parte distrutto dalle recenti mareggiate, e soprattutto per l’economia di tutta l’area, sulla quale insistono la riserva orientata della foce del fiume Platani, un grande camping e numerose strutture della ristorazione presenti sul litorale.