Ribera: Contributi statali alle famiglie indigenti con il progetto Rei

934

Allo stato attuale sono ben 82 i nuclei familiari che ricevono il contributo statale destinato alle famiglie più indigenti e bisognose. Lo ha reso noto l’assessore alle Politiche Sociali Francesco Montalbano il quale precisa che si tratta del pieno funzionamento del progetto REI (reddito di inclusione) che già dal mese di marzo permette ad 82 famiglie particolarmente disagiate di potere godere di un beneficio economico che varia, a secondo del nucleo familiare e dal reddito, tra i 200 e i 500 euro.
Le somme di denaro vengono trasferite tramite una carta di pagamento elettronica sulla quale l’Inps riversa mensilmente le quote che saranno assegnate per un periodo di 18 mesi. I cittadini meno abbienti presentano le istanze al Comune che fa l’istruttoria delle pratiche e le trasmette telematicamente all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale che effettua le verifiche finanziarie e assegna i contributi.
“A partire dal prossimo mese di luglio – afferma l’assessore Francesco Montalbano – il numero degli assistiti crescerà perché più famiglie avranno la possibilità di potere richiedere il contributo in quanto il ministero ha già comunicato che alcuni requisiti familiari, come il numero dei componenti delle famiglie, verranno eliminati e ciò comporterà un ampliamento dei beneficiari”.
Allo stato attuale hanno presentato richiesta di aiuto finanziario ben 350 famiglie riberesi il cui numero crescerà in questo semestre, man mano che l’Inps vaglierà i requisiti dei richiedenti.