Ribera: Raccolta dei rifiuti -Per l’umido sono obbligatori i sacchetti biodegradabili

540

Dal 15 di febbraio la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, soprattutto per l’umido, dovrà avvenire con l’utilizzo di sacchetti biodegradabili e compostabili, secondo la normativa Uni-En 13432. Dopo la chiusura del centro di compostaggio dell’ex Sogeir nel Comune di Sciacca, per lavori di manutenzione ed aggiornamento degli impianti, il Comune di Ribera conferirà i rifiuti presso appositi centri in provincia di Catania che richiedono specificatamente il conferimento dei rifiuti nei sacchetti, previsti dalla normativa, dei quali i cittadini riberesi dovranno fornirsi subito, pena la mancata raccolta da parte degli operatori ecologici.
L’invito del Comune di Ribera a tutta la cittadinanza è perentorio: “Bisogna utilizzare, per la raccolta della frazione organica dei rifiuti, solo sacchetti biodegradabili e compostabili o in carta, in seguito alla chiusura di alcuni centri di compostaggio. È indispensabile dal 15 febbraio utilizzare esclusivamente questo tipo di sacchetti, secondo l’ordinanza comunale n° 42 del 08/08/2017”. E’ quanto afferma il vicesindaco Nicola Inglese. I sacchetti difformi non verranno ritirati, in quanto non sarebbero accettati dai centri di compostaggio. In questi giorni, gli operatori ecologici stanno distribuendo alle famiglie materiale informativo e alcuni sacchetti campione per la raccolta dell’umido. Tale utilizzo è obbligatorio sia per le utenze domestiche che per le attività commerciali e alberghiere. L’amministrazione civica chiede la collaborazione dei cittadini. Prima dell’estate prossima il Comune e “Ribera Ambiente” faranno partire organicamente la raccolta cosiddetta “spinta” con la selezione di tutti i prodotti a casa degli utenti.