San Biagio Platani: Azzerata la civica amministrazione. Arriva il commissario

572

C’è attesa a San Biagio Platani per l’arrivo del commissario che sarà nominato dall’assessorato regionale agli Enti Locali e che dovrà gestire l’attività amministrativa sino alla indizione delle elezioni comunali. E’ stata azzerata completamente la pubblica amministrazione prima per l’arresto del sindaco Santino Sabella e successivamente per le dimissioni presentate dalla giunta e da tutto il consiglio comunale. A dimettersi, come preannunciato nel corso della riunione straordinaria del civico consesso erano stati i quattro componenti della giunta municipale, i dieci consiglieri della maggioranza e i cinque rappresentanti della minoranza.
“Le dimissioni irrevocabili – si legge in un comunicato – sono state protocollate in segretaria con qualche giorno di ritardo rispetto alla seduta del consiglio comunale del 29 gennaio scorso per senso di responsabilità assunto dai consiglieri dimissionari, in quanto rimanendo in carica per qualche altro giorno avrebbero consentito la conclusione della procedura di erogazione di un contributo per la realizzazione della tradizionale Festa degli Archi di Pasqua, edizione 2018, avendo avuto notizia della nascita di un comitato spontaneo di cittadini sambiagesi rappresentativi della componente sociale ed economica locale”.
Ad inizio di settimana si è saputo che il tentativo di costituzione di un comitato cittadino è andato a vuoto e, dato che le associazioni locali come Pro Loco e confraternite non hanno richiesto il contributo comunale di 75 mila euro già deliberato da giunta e civico consesso nel bilancio del dicembre 2017, di conseguenza gli amministratori comunali si sono dimessi in massa.