Montallegro: Consiglieri di minoranza denunciano danno erariale al Comune

419

I consiglieri di opposizione Giovanni Cirillo, Giovanni Panarisi e Delia Todaro, con una lettera inviata sia alla Corte dei Conti che all’assessorato regionale di controllo degli Enti Locali, denunciano un danno erariale al Comune di Montallegro. In una nota inviata alla stampa sottolineano che si tratta di somme deliberate per i responsabili di posizione organizzativa i quali prestano servizio a scavalco provenienti dal Comune di Siculiana.
Si legge nel documento che “l’articolo 10 comma 2 del CCNL, fissa, come somma massima cumulabile, a 16.000 euro annue, mentre dagli atti pubblici emessi dai due comuni e dall’Unione dei Comuni, dove i professionisti prestano il medesimo ruolo, le somme percepite sarebbero circa 30.000 annue, oltre al regolare stipendio. Denunciamo anche il fatto che il comune di Montallegro abbia assunto, sempre mediante scavalco, proveniente anch’esso dal comune di Siculiana, un nuovo geometra, quando nella pianta organica del comune montallegrese se ne contano ben sette di cui qualcuno anche di categoria superiore”.
In un momento di enorme crisi – ha precisato al telefono il capogruppo dell’opposizione Giovanni Cirillo – bisogna ridimensionare la spesa e non dare, senza accertarsene giuridicamente, un importo massimo di posizione organizzativa di 12.500 euro l’anno. Pare che ad altri dipendenti comunali si garantisca la stessa somma per tutto il proprio mandato. I tre consiglieri di minoranza precisano che, vista la distanza di 7 chilometri tra Siculiana e Montallegro, sarebbe stato più opportuno stipulare una convenzione che avrebbe fatto risparmiare ad entrambi i comuni, considerato che le somme erogate sarebbero state pagate metà per ogni comune.