Ribera: L’Enel darà l’acqua del serbatoio Gammauta all’agricoltura

1169

L’Enel invierà l’acqua dalla traversa di Gammauta, per mezzo dell’adduttore, alla diga Castello di Bivona. La notizia non ancora ufficiale, ma il provvedimento è venuto fuori silenziosamente ieri pomeriggio dall’uffici palermitani dell’Enel e sarà reso noto nella giornata di oggi. E’ stata la Regione Siciliana a sollecitare all’Enel la concessione dell’acqua all’agricoltura, dopo il vertice di Palermo all’assessorato regionale all’Agricoltura voluto dal Comune di Ribera, assieme agli amministratori comunali del comprensorio, ai dirigenti del consorzio di bonifica di Agrigento e alle organizzazioni professionali agricole.
Se la notizia accontenta il mondo agricolo, resta il fatto che sulla traversa di Gammauta sul territorio di Palazzo Adriano oggi vi sono soltanto poche centinaia di migliaia di metri cubi d’acqua dato che la diga Raia di Prizzi è a secco, dato che le sorgenti montane sono quasi esaurite e dato che non piove da circa quattro mesi.
Man mano che Gammauta si andrà riempendo, saranno attivate le condutture che per caduta naturale, senza alcuna spesa, porteranno l’acqua all’invaso di Bivona.
C’è da sperare da oggi in poi che arrivino le precipitazioni atmosferiche che possano riempire gli invasi del territorio ed alimentare le sorgenti. Diversamente il provvedimento dell’Enel servirà davvero a poco.