Ribera: Vandali distruggono i vasi di ceramica della piazza Duomo

2291

Ancora all’opera qualche vandalo solitario che distrugge in pieno giorno gli artistici vasi di ceramica che, dono delle famiglie riberesi, da qualche anno abbelliscono la piazza Giovanni XXIII e il corso Umberto I, in pieno centro storico. Nella giornata dell’Epifania, alle 13,15, come mostrano le immagini delle telecamere della video sorveglianza comunale, un giovane ha percorso la piazza sulla quale si affacciano la chiesa madre e il palazzo comunale, si è fermato dietro al monumento dedicato allo statista Francesco Crispi e ha buttato a terra sia il piedistallo in ferro battuto che il soprastante vaso di ceramica con la piantina di arancio.
Pochi secondi sono bastati all’energumeno per compiere l’inqualificabile gesto vandalico che ha arrecato danno al patrimonio pubblico e al decoro della cittadina. Per fortuna, le telecamere hanno inquadrato bene l’uomo le cui immagini sono al momento al vaglio della polizia municipale che si sta occupando della turpe vicenda. L’aspetto del gestaccio che più colpisce è il fatto che l’episodio si sia verificato in pieno giorno, all’ora di pranzo, quando un pieno centro storico c’è ancora qualcuno, ai bar, ai tabacchi e ai circoli.
Il danno arrecato supera le 250 euro perché bisogna ricomprare e rimettere a posto sia il piedistallo che il vaso di ceramica decorato e la piantina. All’individuo, che potrebbe essere individuato subito, sarà chiesto il risarcimento del danno. Per lui scatterà pure la denuncia per danno al patrimonio pubblico. Non è la prima volta che vandali, che non ci stanno proprio con la testa, danneggiano i vasi di ceramica. Altre due episodi sono capitati in un recente passato sulla piazza e sul corso e i malfattori sono stati individuati e denunciati.