Santo Stefano Quisquina: Pensionato dona contributo per impianto video sorveglianza comunale

479

Significativa donazione di un contributo economico da parte di un cittadino per la realizzazione di un impianto di videosorveglianza comunale di cui il paese è totalmente sprovvisto. Artefice dell’iniziativa è stato nei giorni scorsi un pensionato stefanese che ha voluto elargire la somma di 5 mila euro all’amministrazione comunale con lo scopo esclusivo di collocare delle telecamere, a cominciare dal centro storico.
Si tratta di Salvatore Migliazzo, un pensionato benestante del luogo, ma che ha vissuto alcuni decenni nelle regioni settentrionali della penisola, il quale ha già versato la somma che nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stata inserita come variazione di bilancio per l’esercizio finanziario 2017 in conto entrata da destinare la progetto della videosorveglianza.

ACER

La giunta municipale, diretta dal sindaco Francesco Cacciatore, si è attivata e ha saputo reperire nelle economie di bilancio comunale un’altra somma di 5 mila euro da aggiungere al contributo privato per permettere un primo e moderno impianto di videosorveglianza da collocare nel centro nevralgico della cittadina per potere visionare e denunciare eventi atti delittuosi e vandalici nei confronti dei beni pubblici urbani.
Pare che Salvatore Migliazzo sia un buon benefattore se ha destinato in questi anni altre donazioni a favore del comparto sociale e di famiglie poco abbienti che avevano bisogno di aiuto.
“Un sentito ringraziamento va al donatore – afferma il sindaco Francesco Cacciatore – che è un esempio da seguire, specie quando gli enti locali si dibattono in difficoltà economica e non possono realizzare anche le opere più semplici ed utili. Impegneremo subito i 10 mila euro e realizzeremo un progetto che vedrà la prima collocazione di telecamere tra il Comune, la chiesa e strade adiacenti. Nei prossimi anni amplieremo l’impianto a tutto il centro storico“.