L’associazione Nazionale Carabinieri ha celebrato a Calamonaci la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

727

Domenica 12 novembre, alle ore 11,00 la sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Ribera, con una rappresentanza di soci, ha partecipato alla manifestazione promossa dall’Amministrazione del Comune di Calamonaci per la ricorrenza del 4 novembre: Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Per l’occasione è stata celebrata una Santa Messa nella chiesa Madre officiata da don Mario Di Nolfo, in suffragio dei caduti di tutte le guerre; presenti il Sindaco Enzo Inga, la giunta ed i consiglieri del Comune, i familiari dei caduti, il comandante della locale stazione Carabinieri luogotenente cs Fabio Santopietro, il comandante della polizia municipale di Ribera Nino Novara con l’ispettore capo Carmelo Novara, il responsabile della polizia municipale di Calamonaci Ciro Ruvolo con i dipendenti comunali, un folto gruppo di ufficiali dell’Esercito della sezione UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in congedo d’Italia) di Agrigento e numerosi cittadini che hanno onorato con la loro presenza questa importante cerimonia. Dopo la messa è stato formato un corteo che dal palazzo comunale ha raggiunto la piazzetta dell’Annunziata, accompagnato dalla banda musicale “The Washigton Navel” di Ribera dove, davanti al Monumento ai Caduti, è stato intonato prima il Silenzio e poi l’Inno Nazionale con la deposizione di una corona di alloro, nel ricordo delle vittime dei due conflitti mondiali e di tutte le guerre, per non dimenticare il loro sacrificio. Subito dopo, la cerimonia si è conclusa con il discorso commemorativo pronunciato dal Sindaco Enzo Inga. Ricordare i nostri caduti è un dovere nei confronti di chi ha sacrificato la vita per il proprio Paese ed un esempio per i giovani affinché, nel ricordo di chi ha creduto di lasciare loro un mondo migliore, abbiano più rispetto di se stessi e della vita in tutte le sue sfaccettature.

Girolamo Angileri
Presidente ANC Ribera