Ribera: Inizia la mensa scolastica

596

Parte la mensa scolastica negli istituti riberesi dove circa 360 alunni e bambini usufruiranno del pasto caldo quotidiano. Lo ha annunciato ieri l’assessore alla Pubblica Istruzione Salvatore Daino che ha precisato come l’inizio del servizio avverrà nella giornata di domani. L’amministratore comunale risponde anche, in tale occasione, ad una interrogazione che nella settimana scorsa era stata presentata dal consigliere comunale Fabio D’Azzo di Forza Italia il quale chiedeva di conoscere la data di inizio della refezione scolastica in quanto sollecitato da molte famiglie interessate alla ripresa del servizio. I bambini si portano tutt’oggi, dall’inizio dell’anno scolastico, la colazione a freddo nel cestino quotidiano.
“Il ritardo non è dovuto alla civica amministrazione – ha detto l’assessore Salvatore Daino – bensì ai controlli imposti per legge a tutti gli impianti della struttura scolastica comunale, in via Imbornone, dove è sistemata e funziona da anni la mensa. Il Comune aveva incaricato una azienda privata per effettuare i lavori dell’opera di controllo già all’inizio della scorsa estate, ma la relazione finale dell’intervento eseguito ci è stata consegnata soltanto il 24 ottobre scorso. Ci siamo attivati e, saltando la burocrazia, attiveremo il servizio già domani, alla stessa data dell’anno scorso”.
Si tranquillizzano così centinaia di famiglie che hanno bisogno per i loro figli dell’inizio della mensa scolastica. Il Comune di Ribera si era attivato dal punto di vista finanziario con l’approvazione di una delibera della giunta municipale, la n.272 del 20 settembre scorso, che stabiliva un importo di ben 18 mila euro per il funzionamento dell’intero servizio sino a dicembre 2017.
La mensa per gli alunni delle scuole dell’obbligo prevede che potranno usufruire del pasto caldo dai 260 ai 350 bambini, dalla scuola materna alla scuola media del tempo prolungato. Il numero dipende dalle presenze quotidiane dei ragazzini tra i banchi. La mensa, che usufruisce di personale tutto comunale, terminerà all’inizio del mese di giugno 2018, con la fine delle lezioni didattiche.
Le famiglie compartecipano alle spese di gestione della mensa con il pagamento di una quota quotidiana, a seconda del reddito del nucleo familiare.