Sport Calcio Ancora una sconfitta. Atletico Ribera-Salemi 1-2

361

ATLETICO RIBERA: Allegro, Libassi, Ceroni, Scoma, Li Greci (53’ Geraci), Campanella (57’ Forte), Piazza, Tramuta, Santangelo, Zinna, Grimaldi (60’ Macaluso). All. Montalbano
SALEMI: Ilario, Genesio, Blunda, Li Causi, De Marco, Gandolfo, Armata, Pisciotta (85’ Mento), Calia, Jimoh, De Marco (85’ Lombardo). All. Putaggio.
Arbitro: Domina di Palermo. Assistenti: Matera ed Ognibene.
Reti: 6’ De Marco, 9’ Calia, 72’ Geraci.
RIBERA. L’Atletico Ribera è in caduta libera. Dopo 10 turni non riesce ancora a vincere la prima partita casalinga al “Nino Novara” dove ha conquistato appena un punto con il Campobello di Mazara. Anche ieri il buon Salemi fa un solo boccone della squadra di mister Montalbano, se riesce a mettere nel sacco di Allegri dal 6’ al 9’ due goal. Nuova batosta casalinga e morale della squadra sotto i piedi. Capitan Ceroni e compagni reagiscono nella ripresa, hanno le redini del gioco, accorciano le distanze con il solito Geraci, ma con il pressing finale non riescono a pareggiare, nonostante il tecnico Montalbano getti nella mischia Geraci, Forte e Macaluso.
L’Atletico è subito ko ad inizio di gara. Al 6’ il difensore Di Marco di testa, su tiro dal calcio d’angolo di Pisciotta, fa secco Allegro. Nemmeno il tempo di assorbire la botta che il Salemi raddoppia con l’ex Calia che, con il vizietto del goal, sfrutta al meglio una respinta della difesa biancoceleste e raddoppia. Il morale per i padroni di casa è sotto terra. Hanno tuttavia due grosse occasioni con Grimaldi prima e con Piazza dopo, ma Ilario salva la sua rete con bravura.
Nella ripresa, al 70’ il colpo di testa di Santangelo è fermato dal portiere che due minuti dopo deve capitolare sull’opportunista Geraci che sfrutta da pochi passi una punizione calciata da Forte. Inutile il forcing finale riberese.