Caltabellotta: L’ambasciatore dell’Unesco Bondin a scuola

679

La suola Secondaria di primo grado di Caltabellotta ha ricevuto la visita di un ospite d’onore, l’ambasciatore emerito UNESCO Ray Bondin. Gli alunni di tutte le classi, guidati dal prof. Salvatore Alessandro Turturici, coadiuvato da tutti i docenti dell’Istituto, hanno avuto questa importante opportunità perché l’Istituto comprensivo “A.G. Roncalli”, diretto dal D.S. Vito Ferrantelli, per il corrente anno scolastico sta promuovendo un progetto di potenziamento di Arte e Immagine dal titolo “Caltabellotta patrimonio dell’umanità”. Il progetto si propone di far iscrivere l’Istituto comprensivo Roncalli nella Rete Nazionale “ASpNET, scuole partner UNESCO – Italia, per affiancare le istituzioni locali nella proposta di riconoscimento di Caltabellotta nel patrimonio dell’umanità tutelato dall’UNESCO.
Il contesto paesistico e paesaggistico di Caltabellotta è di particolare pregio. Lo conferma il recente il Piano Paesistico Territoriale Paesaggistico Regionale e lo testimoniano le innumerevoli citazioni storiche, letterarie e giornalistiche che nel tempo, addirittura nei millenni, hanno riguardato Caltabellotta.
Negli ultimi anni Caltabellotta è stato recensito tra i migliori borghi d’Italia dove trascorrere un periodo di vacanza e secondo il noto motore di ricerca Skyscanner, il paese è tra i venti più belli d’Italia.
Già da tempo l’Amministrazione comunale lavora in tal senso e l’ambasciatore è arrivato a Caltabellotta proprio dietro invito del Sindaco dott. Paolo Segreto.

Recentemente si è formato su Facebook un gruppo aperto denominato “Caltabellotta: verso il riconoscimento come patrimonio mondiale UNESCO”.
Amministratore del gruppo è proprio il dott. Ray Bondin, cittadino maltese, esperto in beni culturali, ambasciatore dell’UNESCO, ennesima testimonianza di un interesse crescente per le bellezze paesistiche, paesaggistiche, artistiche e storiche del paese.
Ed è proprio grazie a queste bellezze paesaggistiche, unite splendidamente al tessuto urbano e ai e monumenti di Caltabellotta che ha parlato l’ambasciatore, definendo Caltabellotta un “Paesaggio Culturale” di eccezionale valore.
Argomento dell’incontro è stato anche l’UNESCO, le azioni dell’organizzazione, i siti tutelati nel mondo, i requisiti che un sito deve possedere ecc…, il tutto supportato da splendide foto provenienti dai siti visitati nel corso della sua lunga carriera di ambasciatore.
Il progetto, partendo da queste premesse, aspira a presentare una proposta di ammissione alla Rete Nazionale “ASpNET – UNESCO – Italia (scuole partner dell’UNESCO) e si propone di far conoscere a i ragazzi delle classi I, II e III della scuola secondaria di primo grado Edmondo De Amicis di Caltabellotta l’importante necessità di comprendere e tutelare il patrimonio naturale e culturale, mira anche al miglioramento della qualità della vita, allo sviluppo sostenibile, alla comunicazione attraverso le nuove tecnologie, all’intercultura, allo sviluppo e promozione dell’educazione alla Pace e alla Cittadinanza. Obiettivo finale del percorso è la stesura di un documento (anche in forma digitale-multimediale) da sottoporre all’ambasciatore dell’UNESCO responsabile di zona e alle componenti politiche locali, regionali e nazionali della Rete Nazionale “ASpNET – U.N.E.S.C.O. – Italia”, con l’auspicio che il lavoro e l’interesse dei ragazzi per il loro paese possa contribuire al riconoscimento di Caltabellotta nel patrimonio tutelato dall’UNESCO.

Annamaria Montalbano