Bivona: Vertice di sindaci alla Regione per la sistemazione delle strade provinciali del comprensorio montano

2882

La Regione Siciliana sta per intervenire direttamente, con la firma dei decreti attuativi dei finanziamenti, per la riparazione delle arterie di competenza dell’ex Provincia Regionale di Agrigento, oggi Libero Consorzio, strade in tanti casi intransitabili. Questo è quanto hanno detto ieri ai sindaci dei paesi del comprensorio montano agrigentino i dirigenti della Regione Siciliana.
A Palermo la missione agrigentina degli amministratori comunali è stata positiva perché ai sindaci di Bivona, Santo Stefano Quisquina, Cianciana, Alessandria della Rocca, Cammarata, San Giovanni Gemini e San Biagio Platani l’ing. Falletta e il dirigente generale dell’assessorato alle Infrastrutture Bellomo hanno garantito il prossimo invio dei decreti che riguardano la riapertura della strada provinciale Bivona-Calamonaci, chiuda da anni, per la quale è stato chiesto al commissario del Libero Consorzio di Agrigento Marino la restante documentazione tecnica.
Stesso discorso per l’arteria provinciale che da Santo Stefano Quisquina porta ai centri montani di Cammarata e di San Giovanni Gemini. Un altro intervento a breve termine sarà effettuato sulla strada Cianciana-Ribera. Poi, sono in fase di istruzione i progetti che riguardano altre arterie del comprensorio montano agrigentino, tra Alessandria della Rocca e San Biagio Platani, e tra il comparto dei Monti Sicani sino alle strade del litorale nei pressi di Ribera, con il Patto per il Sud.
“Bisogna seguire da vicino gli iter amministrativi dei vari progetti e provvedere all’invio alla Regione Siciliana di eventuale documentazione mancante – ci dice il sindaco di Bivona Milko Cinà – faremo altri incontri perché il territorio da anni è in emergenza viabilità”.