“CAOS” per le graduatorie provvisorie di strumento musicale in provincia di Agrigento

214

Come ogni triennio l’aggiornamento delle graduatorie d’istituto, riserva ai candidati, mesi di “CAOS” e problematiche di vario genere.
A pochi giorni dall’inizio dell’a.s. 2017/2018, l’ambito territoriale per la provincia di Agrigento, tace in merito ai ricorsi che diversi docenti hanno sollevato in merito alla valutazione dei propri titoli artistici. La presentazione dei titoli artistici è riservata a coloro che devono integrare il proprio punteggio con attività professionali svolte non dichiarate o per chi risulta essere nuovo inserimento, tutto al raggiungimento del tetto massimo di 66 punti. Quindi, una parte importante del proprio punteggio, che fa concorrere diversi candidati al raggiungimento di un buon piazzamento in graduatoria.

Dal 31/07/2017, data in cui viene pubblicato l’elenco dei docenti con il punteggio attribuito per la valutazione dei titoli artistici, nulla si è ancora chiarito. Molti docenti, i quali hanno prodotto regolare ricorso per chiarimenti o errori di trascrizione del punteggio, non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione in merito. Fra l’altro, in questo caso, ad esaminare i titoli artistici è un’ apposita commissione formata da docenti di strumento musicale di ruolo che non fa parte del personale amministrativo dell’a.t. , quindi non impegnata in altri compiti d’ufficio che prelude l’inizio della scuola. Questa problematica ha innescato un’ irregolarità, portando le scuole a gestire in modo autonomo le pubblicazioni delle graduatorie provvisorie dello strumento musicale e non rispettando una data uguale per tutta la provincia, omettendo o addirittura sbagliando l’attribuzione del punteggio artistico a vari docenti. Dato di fatto è, che ad oggi, a pochi giorni dall’inizio dell’a.s. , permane questo “CAOS” a discapito dei docenti e da parte dell’Ambito territoriale per la prov. di Agrigento, nulla prelude ad una nota di chiarimento sulla questione.
Questo ritardo porterà sicuramente ad uno slittamento delle convocazioni dei docenti di strumento musicale inserito nelle graduatorie d’istituto, con la conseguenza di non poter iniziare subito il proprio lavoro e non garantendo agli alunni il diritto allo studio dello strumento scelto.

Questa esposizione dei fatti, non vuole essere una critica ma solo un modo per far riflettere gli organi competenti a migliorare le strategie di lavoro fine a garantire negli anni futuri una maggiore gestione dell’aspetto burocratico.

I Docenti di strumento Musicale