Calamonaci: Un monumento alle vittime civili innocenti della guerra

1052

L’amministrazione comunale ha realizzato un monumento dedicato alle vittime civili innocenti della guerra. L’inaugurazione ha avuto luogo domenica sera, nella villetta posta di fronte alla chiesa madre. Si tratta di una piramide, posta su pietre, con alla sommità il globo e una colomba, in segno di pace. Il cippo è stato eretto per ricordare le tre vittime della seconda guerra mondiale, Margherita Spataro e Rosaria Vinci di Calamonaci e il giovane Vincenzo Licata di Sciacca che persero la vita sotto i bombardamenti angloamericani, nelle contrade “Vigna Grande” e “Cozzo di lu medicu” il 28 maggio del 1943. Rimasero allora pure ferite Rosalia Vinci in Sortino e Rosaria Vinci in Provenzano.
La benedizione del monumento è stata fatta dall’arciprete don Mario Di Nolfo, mentre il sindaco Enzo Inga e l’assessore Enza Vinci hanno ricordato le brutture della guerra, il sacrificio delle vittime innocenti e hanno auspicato la pace tra i popoli. Era presente per il Comune di Sciacca l’assessore Annalisa Alongi. Toccanti i brani musicali della banda comunale.