Ribera: Appello di due artisti di fama mondiale per Borgo Bonsignore

4346

Ispirandosi alla borgata, alla sua piazza e al territorio circostante, due artisti palermitani di fama mondiale hanno creato le loro opere d’arte, sculture, vetrate, costumi, pitture, che campeggiano in spazi pubblici in Italia e all’estero. Rossella Leone e Michele Canzoneri, da una trentina d’anni residenti periodicamente in un antico baglio, lanciano un toccante appello per Borgo Bonsignore, la località riberese che, ad 8 chilometri dalla città, fu costruito nel periodo del fascismo e in parte continua ad essere abitato tutt’oggi, specie durante tutta la stagione estiva (nella foto di F.G. Sparacino).
Rossella e Michele hanno lo studio nell’antico baglio nella casa Parlapiano-Vella di contrada “Giardinello”, assistono quotidianamente all’abbandono della borgata e chiedono che la frazione riberese possa diventare almeno vivibile. In questo luogo sono state ideate e realizzate dai due artisti importanti esposizioni, opere per spazi pubblici: scultura per la nuova pretura di Palermo (Leone), le grandi vetrate per l’architetto Renzo Piano collocate nella nuova chiesa di San Pio a San Giovanni Rotondo (Canzoneri), le scene e i costumi realizzati per la Norma di Bellini per il Teatro Bellini di Catania e LandesTheater di Salisburgo, “Dialogues des Carmèlites” per la StaaatsOper di Stoccarda (Leone-Canzoneri) fino alla recente straordinaria committenza ricevuta da Rossella Leone e Michele Canzoneri dalla Custodia Francescana di Gerusalemme per l’intero rifacimento della cappella e del giardino storico di San Francesco al Cenacolo di Monte Sion a Gerusalemme. Borgo, dunque, una favolosa fonte di ispirazione. Oggi c’è abbandono. Sterpaglie e spazzatura dappertutto, furti, incendi, rifiuti periodicamente, cartellonistica turistica inesistente, illuminazione lacunosa, mancata manutenzione urbana.