Ribera: Il movimento 5 Stelle chiede la riduzione della Tari

748

Dopo la richiesta del MUD prontamente evasa dall’ufficio ecologia del Comune di Ribera (il quale ringraziamo per la disponibilità), ci preme ricordare quanto già detto nelle precedenti note in merito alla raccolta differenziata del comune e su come la stessa debba portare benefici ambientali ed economici all’intera collettività (benefici che ad oggi non si percepiscono e nemmeno sono evidenti).
Riprendiamo il discorso lasciato qualche mese fa sulla possibilità di potere ridurre la TARI sulla base della raccolta differenziata che oggi si attesta all’80% , percentuale tra l’altro confermata dallo stesso Presidente Crocetta che premia i comuni virtuosi che nell’ultimo trimestre 2016 hanno raggiunto una percentuale di almeno il 60%, come se il problema dei rifiuti in Sicilia si possa risolvere negli ultimi tre mesi dell’anno!
Comunque non possiamo non apprezzare la volontà di questa amministrazione a volere differenziare e intraprendere questo percorso, che vede quali attori principali i cittadini e gli operatori ecologici, ed è proprio su queste figure che noi chiediamo all’amministrazione di ridurre la TARI 2017 e in parte 2016.
Dai dati che si evincono dalla documentazione fornitaci dall’ufficio ecologia si desumono produzioni di rifiuti per l’anno 2016 di seguito elencate (si ricorda che riportiamo alcune tipologie di rifiuti, e nello specifico i rifiuti nobili i quali si possono riciclare ed averne un guadagno dalla vendita). Per dovere di cronanca riportiamo i valori medi che i Consorzi di Filiera valutano e pagano ai comuni virtuoi a seguito della differenziata e quindi moltiplicheremo la quantità prodotta per il valore di mercato del rifiuto:

(t)= Tonnellate (T)= Tonnellata
IMBALLAGGI MATERIALI MISTI : 942,960 t * 303,00 €/T= 285.716 euro
VETRO E LATTINE: 127,270 t *42 €/T= 5.345,34 euro
IMBALLAGGI IN CARTONE: 164,740 t * 42€/T = 6.919,08 euro
PLASTICA 40,880 t * 303,00 €/T = 12.386,64 euro
CARTA E CARTONE 77,580 t * 12,00 €/T = 930,96 euro
Totale: € 311.298,02

Vogliamo ricordare ai nostri concittadini come la sopra citata previsione è un ipotesi basata su dati reali, anche se non è stato possibile avere specifiche a riguardo in quanto gli stessi uffici non avevano un dato analitico in riferimento al rifiuto con il codice 150106 che comprende Plastica e metalli vari e che riguarda la tipologia di rifiuto più redditizia, ma comunque possiamo avere una idea di come la differenziata possa apportare benefici ambientali e anche economici, la riduzione di un importo di circa 300.000 euro del costo della TARI sarebbe un segnale forte di come a questa amministrazione stia realmente a cuore l’interesse della collettività.
Inoltre si invita codesta amministrazione ad intraprendere la possibilità dell’autocompostaggio in modo da ridurre l’esoso costo del conferimento dell’organico presso la Sogeir, costo che si aggira a euro 75/t oltre IVA, in considerazione che la produzione del comune e’ di 1.893,73/t il cui costo si aggira ad euro 142,029 oltre IVA al 10%.
Si chiede inoltre di passare ad una raccolta porta a porta mirata e per singola tipologia di rifiuto, in questo modo si potrebbero risparmiare ulteriori somme derivanti dal processo di selezione, secondo l’accordo quadro ANCI-CONAI 2014-2019 nell’allegato plastica e nello specifico art. 6, considerato che la piattaforma che attualmente svolge il processo di selezione risulta essere autorizzata e consorziata CONAI, quindi si chiede a codesta amministrazione di attivarsi in tal senso per migliorare il servizio.
Si vuole inoltre ribadire che i dati sopra citati trattano di previsioni molto simili alla realtà e si ringrazia l’ufficio ecologia per la disponibilità a fornire i dati in loro possesso. Chiediamo a gran voce: “ Signor Sindaco perché non vuoi premiare i cittadini e gli operatori ecologici che con grande impegno e costanza hanno permesso di raggiungere tali risultati?
Attendiamo un segnale forte in questa direzione.

IL MEETUP RIBERA 5 STELLE
Daniela Manni
Gaspare Caternicchia
Calogero Manto