Ribera: Gran successo del gruppo folcloristico Poggiodiana in Francia, a Villard Bonnot

1952

Hanno portato in Francia i colori, i suoni, i costumi, la musica e le tradizioni antiche della Sicilia, della provincia di Agrigento e di Ribera. Si tratta del gruppo folcloristico riberese “Poggiodiana” che è stato invitato nell’area geografica di Grenoble, nell’Isere, ed accolto dal sindaco della cittadina Villard Bonnot che l’anno scorso aveva partecipato ad un gemellaggio con Calamonaci.
I giovani ballerini, musicisti e cantanti riberesi hanno trascorso oltr’Alpe ben cinque giorni ricchi di spettacoli, incontri, gemellaggi, visite nel corso dei quali sono stati molto apprezzati e complimentati dai francesi che hanno avuto l’occasione di potere conoscere la Sicilia che era stata descritta loro soltanto dalla colonia di emigrati dell’Isola che vivono nell’area di Grenoble.


La delegazione riberese, una trentina in tutto, ha messo su uno spettacolo di balli, danze e canti, in costume d’epoca, al boulodrome de Lancey dove circa 400 spettatori hanno applaudito gli artisti riberesi che sono stati coinvolti dal calore e dall’accoglienza dei francesi. E’ stato distribuito un volantino con tanto di spiegazioni in francese dei canti e delle tradizioni siciliane. Il gruppo folcloristico è stato anche artefice di altre serate nel corso del soggiorno, nelle piazze, al ristorante e nei locali dove sono stati accompagnati personalmente dal sindaco Daniel Chavand.
Manifestazione istituzionali presso l’Hotel de Ville dove le due delegazioni si sono scambiate dei doni. Il gruppo ha donato al primo cittadino francese dei piatti di ceramica realizzati a Sciacca con le immagini delle pregiate arance di Ribera. La comitiva è stata accompagnata in giro per il dipartimento delle Alpi dove hanno visitato l’antica città di Grenoble, la Bastille, il castello, il museo delle cartiere e i luoghi di villeggiatura che d’inverno sono delle stazioni sciistiche internazionali.


A fare gli onori di casa il sindaco di Villard Bonnot Daniel Chavand che per cinque giorni ha fatto da accompagnatore , ma soprattutto Marilina Chirafisi, che residente in Francia, figlia di Carmelo di Calamonaci, ha fatto da ambasciatrice e da ottima interprete. E’ stato Carmelo Chirafisi il gancio che ha permesso l’incontro tra le due comunità. Il gruppo molto probabilmente tornerà in Francia tra due anni perché è risultato molto gradito.
Tanto è vero che la moglie del sindaco, Annie Chavand, nella serata finale ha dedicato al gruppo Poggiodiana una toccante poesia che così si traduce: “Non sarà un addio, ma solo un arrivederci. Perché solo le montagne non si incontrano e, come le montagne con la neve perenne, voi resterete nei nostri cuori perchè quella neve rappresenta i ricordi che ci lasciate carichi di emozioni e condivisione. Buon rientro Amici”.