Caltabellotta: I 100 anni di nonna Rosalia Cantone in Parinisi

2217

E’ il paese dei centenari. Se ne contano ormai parecchi. Ultima in ordine di tempo è la signora Rosalia Cantone vedova Parinisi che ieri ha festeggiato il lodevole traguardo dei 100 anni. Accanto a lei nella casa di riposo delle Suore dell’Istituto Figlie della Carità di Sciacca c’erano il figlio Pietro Parinisi, con la moglie Cinzia Vitale, con i gigli Giuseppe e Lia e rispettivi consorti e le nipoti Carmelina e Rosalinda, che, figli di Giuseppina e di Raimondo, ambedue decedeuti, vivono a Sant’Anna di Caltabellotta.


Con loro, conoscenti e amici, c’erano il sindaco del centro montano Paolo Segreto, l’arciprete don Giuseppe Marciante e il cappellano don Alberto, con altri parenti provenienti da Caltabellotta, Sant’Anna, Sciacca e Santo Stefano Quisquina. La famiglia di Pietro Parinisi vive invece a Varese dove lui lavora alla A 2 A Enel di Milano e la moglie docente delle scuole superiori a Bollate.
Nonna Rosalia, destinataria di medaglia epergamena comunali, fiori e torta, gode di una buona salute, apparsa felice per la presenza di tanti parenti, ultima di 7 figli, è nata a Caltabellotta il 19 aprile 1917 dove si è sposata nella chiesa di Sant’Agostino il 29 giugno del 1952. Nel 1969 è emigrata con la famiglia negli Usa da dove è tornata a Caltabellotta nel 1981. Sei anni dopo le muore il marito, resta con figlio, nipoti tra Caltabellotta, Sant’Anna e Varese. Vive nella casa di riposto di Caltabellotta tra il 2007 e il 2011, prima di trasferirsi definitivamente a Sciacca.