Ribera: Le primarie del Pd, nonostante il commissariamento

1459

Le primarie del Pd, finalizzate alla scelta del segretario nazionale, si dovrebbero tenere pure a Ribera, nonostante il commissariamento del circolo locale, legate alle vicende delle settimane scorse che sono diventate notizia di carattere nazionale per la “disputa” tra i segretari per i 111 tesserati comunicati da Ribera e i 256 iscritti inseriti ad Agrigento dalla commissione provinciale.
Usiamo il condizionale perché il circolo riberese è stato commissariato e responsabile del partito è stato nominato il segretario provinciale Giuseppe Zambito. Abbiamo appreso ufficiosamente che ad Agrigento stanno lavorando per tenere le primarie nella città delle arance, con il coinvolgimento delle tre mozioni e per assicurare la rappresentanza dell’intero partito.
Tutti concordano che bisogna dare la possibilità a tutti di partecipare alle fasi congressuali finalizzate alle eventuali primarie che si terranno certamente in piazza, all’interno di un gazebo, forse sulla piazza Giovanni XXIII, dove iscritti e simpatizzanti si potranno recare a votare il 30 aprile prossimo. Precedentemente, pare che saranno aperte delle fasi di confronto tra le diverse anime per garantire la piena attività del circolo riberese.
Per la vicenda delle tessere, dalla direzione provinciale del partito Agrigento emerge che non si sarebbe stata malafede da parte di qualcuno e che il “can can giornalsitico” sarebbe stato originato da alcune comunicazioni interne che tali dovevano rimanere, ma che invece sono finite sulla stampa nazionale.