Calamonaci: Assegnati i premi della rassegna teatrale ad attori e compagnie

544

Serata finale al teatro “Nicolaj” della rassegna teatrale “Città di Calamonaci”, che con la direzione artistica di Totò Nicosia, ha assegnato significativi premi ad attori siciliani e alle compagne teatrali che hanno preso parte alla kermesse teatrale durata quasi 4 mesi. Il premio “Aldo Nicolaj”, alla sua prima edizione, è stato consegnato a Tuccio Musumeci, icona del teatro italiano e siciliano, interprete di una straordinaria edizione di “Classe di ferro”.  A Gaetano Aronica è stato assegnato il premio “Giovanni Raffiti”, giunto all’ottava edizione. Un premio che, oltre a celebrare la straordinaria carriera artistica dell’attore agrigentino, vuole mettere in evidenza l’impegno e il gran lavoro svolto da Aronica che ha portato nuova linfa al “Teatro Pirandello”. Il premio “Calamonaci Randone”, invece, è stato dato al giornalista Gianluigi Paragone e alla redazione de La Gabbia Open, nota trasmissione di approfondimento de La7.
La serata ha visto anche la proclamazione dei vincitori dell’undicesima edizione del Festival nazionale “Salvo Randone”, con la consegna dei premi al migliore spettacolo, attore ed attrice protagonista, regia,  al caratterista, attore non protagonista.
Questi i premi festival consegnati ai protagonisti: migliore attrice protagonista  Lucia Ricalzone del Piccolo di imola, migliore attore protagonista Rodolfo Torrisi del Teatro delle Nevi di Acireale, migliore attore non protagonista Loretta Piubello della compagnia Tiraca di Verona, miglior caratterista Maurizio Panasiti del Teatro delle Nevi di Acireale, migliore regia Michela Ottolini della compagnia Tiraca di Verona, miglior spettacolo – “attori e malfattori” della compagnia Teatro delle Nevi di Acireale, Premio del pubblico La nuova scena di Siracusa con  “ L’onorevole” di Sciascia.

La consulenza artistica è stata di Michele Ruvolo. A presentare la serata di gala, la cui regia era affidata a Rosario Galli, sono  stati Ornella Vesco e Marco Simeoli. Gli ospiti sono stati Dani Moccia, Ornella Giusto, Ezio Noto, i Disìu e l’orchestra da camera dell’istituto musicale “Toscanini” di Ribera che ha eseguito alcuni brani del repertorio del maestro Ennio Morricone.