Calcio Ribera: Ennesimo allagamento dello stadio ed ennesima partita sospesa

1576

Che fosse il peggiore stadio di calcio tra tutti i comuni della provincia era un fatto risaputo da anni, ma che addirittura ogni volta che arriva un acquazzone il “Nino Novara” diventasse inagibile è una vicenda che va avanti dallo scorso campionato. Una buona burrasca d’acqua, il terreno di gioco diventa una piscina perché non vi sono vie di scolo e gli arbitri di volta in volta, con 10 centimetri d’acqua, sospendono le partite.
Domenica è stato il turno della partita del campionato di promozione tra l’Atletico Ribera e il Ravanusa, sospesa al 42’ del primo tempo perché il campo è diventato in pochi minuti inagibile. Sono state quattro, ad oggi, le gare sospese e recuperate successivamente sia per l’Atletico Ribera di promozione che per il Ribera ’54 di prima categoria.
La situazione è diventata insostenibile per tutti per la squadra e i dirigenti locali, per le compagni calcistiche ospiti e per le terne arbitrali che devono fare avanti e indietro da Ribera, con notevole aggravio di spese. Il comune di Ribera è in difficoltà economica per fare eseguire dei lavori di drenaggio del terreno di gioco per cui la situazione va avanti ormai da un paio d’anni tra un allagamento e l’altro.
E dire che nei mesi scorsi le società di calcio riberesi, comprese le scuole calcio, a proprie spese, hanno fatto eseguire dei lavori di sistemazione provvisoria del terreno di gioco, al fine di potere completare l’attuale campionato. La riparazione è servita a poco se il campo è sempre allagato.