Cattolica Eraclea: Il Comune cambia la gestione dell’impianto d’illuminazione pubblica e risparmia centinaia di migliaia di euro

936

L’amministrazione comunale cambia il gestore dell’impianto di illuminazione pubblica della cittadina e viene così a risparmiare centinaia di migliaia di euro. Il provvedimento è stato adottato nei giorni scorsi con una delibera di giunta dal sindaco Nicolò Termine che ha precisato di avere disdetto la convenzione precedente con Enel Sole e di avere sottoscritto un contratto con la società Gemmo di Roma. Il costo della nuova gestione – secondo l’ente locale – verrà a costare appena 236 mila euro rispetto ai 600 mila euro di canone fissato precedentemente che poteva arrivare anche a 750 mila euro.
Il Comune di Cattolica Eraclea ha ottenuto anche la manutenzione straordinaria a cura della Gemmo dell’impianto urbano con lampade a led e la sostituzione di ben 60 pali in malora e a rischio. A giorni dovrebbe aver luogo la firma del nuovo contratto e la gestione Gemmo dovrebbe avere inizio a partire dal prossimo 1° maggio.
La durata del contratto con Enel Sole era prevista per venti anni. Il primo atto dell’amministrazione Termine fu l’annullamento della termina dirigenziale del 2002 che spinse Enel Sole a ricorrere al Tar la cui sentenza dava ragione alla fine al comune cattolicese. Fu composta bonariamente la controversia con una transazione da 926 mila a 574 mila euro, con un risparmio per le casse comunali di 352 mila euro. L’impianto torna oggi di proprietà comunale con affidamento in gestione all’ente che pratica il migliore prezzo al ribasso e che scongiura un eventuale dissesto finanziario dell’ente locale.