Ribera: 24 lavoratori LSU sospesi per mancanza di finanziamenti regionali. Il presidente Crocetta rassicura gli operatori

559

Fulmine a ciel sereno ieri mattina per 24 lavoratori LUS che sono stati sospesi, secondo la circolare dell’assessorato regionale della famiglia, politiche sociali e del lavoro, dall’attività professionale presso il Comune di Ribera, in quanto la convenzione tra il ministero del Lavoro e la Regione Siciliana è scaduta il 31 dicembre scorso in quanto gli oneri finanziari degli Asu erano a carico del Fondo Sociale per l’Occupazione e la Formazione. La decisione ha colto di sorpresa non solo i lavoratori, che presso l’ente locale, da anni hanno ormai un ruolo specifico di pubblico servizio, ma anche gli amministratori della cosa pubblica.
E’ vero che subito da Palermo, dal presidente della Regione, Rosario Crocetta, arrivano rassicurazioni che il governo regionale non abbandonerà lavoratori, ma è anche vero che al palazzo comunale ieri mattina, durante una riunione tra amministratori comunali, lavoratori e sindacati della Cgil, è stato stabilito che se entro lunedì prossimo non perverranno a Ribera notizie certe e rassicuranti, da parte degli uffici regionali, tutti si recederanno a Palermo al palazzo della presidenza della Regione, in autoconvocazione, per trovare una soluzione al grave disagio di ben 24 famiglie che rimarrebbero senza sostegno finanziario.
Per tranquillizzare gli animi un comunicato del presidente Crocetta getta acqua sul fuoco della protesta. “Il governo regionale – recita la nota del governatore siciliano – nella prossima giunta di governo delibererà un provvedimento di pagamento dei lavoratori con oneri a carico della Regione Siciliana e nel contempo si farà carico di interloquire con il governo nazionale affinchè continui a garantire i trasferimenti di somme di denaro alla Regione Siciliana”.
Pare che il problema nella sua interezza dovrebbe riguardare soltanto 150 operatori a fronte di ben 7 mila beneficiari di contributo per i quali lo Stato sembra intenzionato a non volere confermare i pagamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here