Ribera: La Chiesa prende posizione sull’alunna disabile a scuola senza ascensore. Don Nuara ne parla durante la messa

278

Prende una posizione netta la Chiesa di Ribera a favore dell’alunna di scuola elementare che a scuola, per assistere alle lezioni di laboratorio, debba essere di volta in olta accompagnata in carrozzina,a mano, perchè la struttura scolastica ha l’ascensore che non funziona da tempo.
Sulla sua pagina di facebook padre Antonio Nuara, attivo parroco della chiesa dell’Immacolata di via Roma, ha pubblicato una lettera toccante quanto quella della madre dell’alunna che ha denunciato il disservizio.
“Strano che nessun amministratore si giustifichi, magari insultando. Strano che si trovino i ” soldoni” per due computerini e tre pannelli di cui uno a Borgo Bonsignore e un altro a Seccagrande che aspettano qualche lettore (se funzionano). Strano che i cittadini guardano con indifferenza rassegnata la situazione. Forse la rassegnazione e’ tale che ne vale la pena.
Ma e’ una vergogna ed e’ umiliante che un alunno o un’alunna, perche’ la natura li ha fatti nascere con un handicap, debbano elemosinare l’aiuto di familiari e di volonterosi per avere gli stessi diritti dei normodotati. Altro che civilta’….”

Don Antonio Nuara della vicenda ne ha parlato domenica in chiesa durante l’omelia nel corso della celebrazione religiosa. Ha detto “ Oggi, Giornata della Vita ho parlato del nostro CAV ( Centro Aiuto alla Vita) poi ho letto brani della lettera di Giusy. Spero di non fermarmi qui. I diversamente abili non sono roba di scarto: anch’essi hanno la nostra stessa dignita’. Anzi, hanno una sensibilità in più”.

Una delle tante mamme che seguono e scrivono su facebook così ha commentato la vicenda.
“Vergogna! !!! E dir poco, non è un paese che non sai o non vedi, e poi in una scuola dove ci sono insegnanti, un preside…. ecco le cose che fanno male l’indifferenza……. mettetevi nei panni di quella famiglia e dell’alunna,
E poi dicono che, dopo la famiglia, c’è la scuola come insegnamento; beh qua la dice lunga……
Perchè non è figlio vostro, Don Nuara che tristezza !”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here