Cianciana : sette comuni montani agrigentini con il nuovo presidio di Italia Nostra

1503

I sei comuni dell’interno collinare, che si affacciano sulla valle del fiume Platani, hanno già il nuovo presidio intercittadino di “Italia Nostra”, l’associazione nazionale che, fin dal 1955, si occupa della tutela del patrimonio storico, artistico e naturale dell’intero Paese, operando nel territorio mediante l’azione delle sezioni come quella agrigentina recentemente denominata “Italia Nostra Val Platani”. L’associazione interessa il territorio dei comuni di Aragona, Cianciana, Raffadali, Joppolo Giancaxio, Santa Elisabetta e Sant’Angelo Muxaro, tutti ricadenti nella grande vallata del corso d’acqua che sfocia a mare, nel Canale di Sicilia, nei pressi della località archeologica di Eraclea Minoa.
Il gruppo, che è stato costituito come presidio, è formato da dieci soci di differente età e professione, provenienti dai diversi comuni che insistono nella Valle del Platani. I soci hanno avuto conferma ufficiale della costituzione del presidio “Valplatani” con apposita deliberazione approvata nella seduta del consiglio regionale di Italia Nostra Sicilia, che si è tenuto il 15 gennaio scorso nella splendida cornice di Ortigia, a Siracusa, dove ha relazionato il coordinatore e responsabile del presidio, Giovanni Gueli, promotore di questa iniziativa di costituire un gruppo Italia Nostra nell’ importante area agrigentina.
Lo scopo di tale iniziativa sarà quello di conoscere il territorio, il proprio patrimonio culturale e ambientale e soprattutto sensibilizzare i cittadini verso beni materiali e immateriali di questo angolo di Sicilia, la valle del fiume Platani, ricca di testimonianze del passato, in parte ancora selvaggia e inesplorata, degna di essere valorizzata e messa a disposizione dei visitatori.
. “Il programma delle attività – afferma Giovanni Gueli – condiviso con la sezione di Sciacca, quale riferimento per il presidio, è stato stilato per il triennio 2017/2019 con diverse attività che spaziano da percorsi didattici con le scuole a convegni per la conoscenza del patrimonio e della loro storia, da visite nei nuclei storici delle città a giornate studio in aree di particolare interesse archeologico e paesaggistico. La nostra prima attività sarà una passeggiata, nei primi giorni di febbraio, per le vie di Raffadali con giovani studenti, con lo scopo di avvicinarli alle proprie radici.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO