Ribera: Il maltempo ha pregiudicato i servizi dell’acqua potabile, dell’illuminazione pubblica e della viabilità cittadina

689

Il nubifragio di domenica scorsa ha intaccato la funzionalità degli acquedotti che servono la città, ha lasciato al buio diversi quartieri dove si sono verificati tanti corti circuiti nella rete elettrica pubblica e ha trasformato la rete viaria urbana in una groviera che crea disagi e danni agli automobilisti. La fornitura dell’acqua potabile è diminuita perché è stata bloccata la sorgente del “Rifesi”. L’acqua oggi erogata a Ribera è potabile in quanto i serbatoi comunali sono stati puliti e disinfettati. Sono aumentati, invece, i turni giornalieri di distribuzione idrica perché arriva soltanto il liquido dell’acquedotto “Favara” di Burgio. E’ alle prese con le analisi di laboratorio l’acqua della sorgenti del “Rifesi” che non ha ancora perso la torbidità mostrata lunedì scorso a seguito delle copiose piogge che hanno sporcato pozzi e sorgenti con sabbia e terriccio, tanto da fermare la distribuzione idrica alle popolazioni.

fontanella-pubblica
I tecnici di Girgenti Acque hanno bloccato nei tre serbatoi comunali di Ribera l’arrivo dell’acqua dal “Rifesi”, hanno dovuto svuotare i serbatoi per circa cinquemila metri cubi, hanno provveduto a ripulire le grandi vasche di accumulo e hanno permesso l’arrivo soltanto dell’acqua proveniente dal “Favara” di Burgio.
Girgenti Acque ha diffuso l’avviso ai cittadini, in attesa della scomparsa naturale della torbidità al “Rifesi” e nelle more delle analisi sui campioni d’acqua prelevati. Nei serbatoi è arrivata soltanto l’acqua dal “Favara” di Burgio per cui la dotazione cittadina è diminuita di almeno un terzo ed è saltata la regolarità della distribuzione dell’acqua nei quartieri. Si sono allungati i turni, con qualche ovvio disagio per gli utenti. I rubinetti delle abitazioni torneranno alla normalità, non appena sarà dichiarata potabile l’acqua del “Rifesi”.
Le piogge hanno intasato le centrali elettriche della rete pubblica. Interi quartieri sono rimasti al buio. Perfino il centrale corso Umberto I per due giorni ha mostrato i lampioni spenti con tante difficoltà di movimento per i cittadini. Una ditta locale, che ha in gestione la riparazione degli impianti elettrici comunali, da cinque giorni, è all’opera con personale e mezzi per rimettere in funzione l’illuminazione della cittadina. Ne avrà ancora per qualche altro giorno.
L’acqua piovana ha scucito le strade del tessuto urbano ed extraurbano. Ce n’erano già tante di buche, ma l’acqua ha fatto scivolare l’asfalto e tante strade, perfino quelle principali, la circonvallazione, il corso Regina Margherita, le vie Musso, Brodolini, Verga, Ruggero Normanno, si sono trasformate in una groviera che arreca danni alle autovetture e rappresenta un pericolo per chi va a piedi. Urge tappare i buchi.

rubinetti quasi a secco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here