Ribera/Calamonaci: L’acqua è potabile. Si allungano i turni di distribuzione in attesa delle analisi dell’acquedotto “Rifesi”

838

. L’acqua oggi erogata a Ribera e a Calamonaci è potabile in quanto i serbatoi comunali sono stati puliti e disinfettati. Sono aumentati, invece, i turni giornalieri di distribuzione idrica perché arriva soltanto illiquido dell’acquedotto “Favara” di Burgio. E’ sotto osservazione e alle prese con le dovute analisi cliniche l’acqua della sorgenti del “Rifesi” che non ha ancora perso la torbidità mostrata lunedì scorso a seguito delle copiose piogge che hanno sporcato pozzi e sorgenti con sabbia e terriccio tanto da fermare la distribuzione alle popolazioni.

S. Stefano pozzi Sant'Elia
I tecnici di Girgenti Acque hanno bloccato nei tre serbatoi comunali di Ribera e quello di Calamonaci l’arrivo dell’acqua dal “Rifesi”, hanno dovuto svuotare i serbatoi per circa cinque mila metri cubi, hanno provveduto a ripulire le grandi vasche di accumulo e hanno permesso l’arrivo soltanto dell’acqua proveniente dal “Favara” di Burgio. La società che gestisce il servizio, Girgenti Acque, ha diffuso l’avviso ai cittadini a non consumare l’acqua perché sporca, in attesa della scomparsa naturale della torbidità al “Rifesi” e nelle more delle analisi sui campioni d’acqua prelevati.
Nei serbatoi è arrivata soltanto l’acqua dal “Favara” di Burgio per cui la dotazione cittadina è diminuita di almeno un terzo ed è saltata la regolarità della distribuzione dell’acqua nei quartieri. Si sono allungati i turni, con qualche ovvio disagio per gli utenti. I rubinetti delle abitazioni torneranno alla normalità, non appena sarà dichiarata potabile l’acqua del “Rifesi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here