San Biagio Platani: Oggi l’anniversario dei 300 anni di padre Fedele con le manifestazioni del 2017

344

Iniziano oggi i festeggiamenti per celebrare religiosamente e culturalmente l’anniversario dei 300 anni della nascita di padre Fedele di San Biagio Platani, al secolo Matteo Sebastiano Palermo Tirrito, padre cappuccino, prete, poeta e soprattutto pittore del XVIII secolo. Con il patrocinio della Regione Siciliana, del Comune di Palermo, delle università degli studi di Palermo e Macerata, dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini di Palermo e del Comune di San Biagio Platani, oggi pomeriggio nella chiesa madre alle ore 18,30 il padre provinciale dei Cappuccini don Salvatore Zagone, don Giuseppe Carbone e don Luigi Pellitteri concelebreranno la messa, mentre Gaetano Caldara di San Biagio Platani, ricercatore universitario a Palermo e coordinatore delle manifestazioni dell’anniversario, con il comitato scientifico di cui fanno parte don Luigi Pellitteri e il prof. Paolo Padalino, che tra breve musicherà un componimento poetico di padre Fedele, porrà una lapide commemorativa di marmo con la scritta in latino sul pavimento della navata laterale sinistra della madrice.

Dipinto padre Fedele SBP
Si tratta del primo appuntamento dei festeggiamenti che caratterizzeranno tutto il 2017. L’associazione culturale “Noi” di San Biagio Platani, presieduta da Dario Favatella, ha già chiesto al ministero dello Sviluppo Economico e all’ufficio filatelico numismatico del Vaticano l’emissione di un francobollo celebrativo dell’evento e commemorativo del padre cappuccino.
“Abbiamo in programma – ci dice Gaetano Caldara, promotore di diverse iniziative – di organizzare dei seminari di studi su padre Fedele e sulle sue opere letterarie e pittoriche sia a Roma che presso le università di Palermo e di Macerata. Padre Fedele è conosciuto di più come pittore e non come letterato per cui, grazie alla mia ricerca e al ritrovamento di ben sette libri di opere letterarie scritte ed edite da padre Fedele, provvederemo a ristampare, pubblicare e presentare i testi, con la preziosa collaborazione dei professori Marcello La Matina, Vito Matranga, Giuseppe Di Franco e Melania Midulla”.
Padre Fedele nacque a San Biagio il 18 gennaio 1717, Morì a Palermo il 9 agosto 1801 e il suo corpo si trova mummificato nella chiesa dei Cappuccini. Indossò l’abito monacale nel 1739, fu ordinato sacerdote nel 1745. Sono 156 le pale dipinte e circa 3000 opere di varia grandezza presenti in parte a Palermo, Sciacca, Roma, Viterbo, Ribera, Civitavecchia. Lavorò tra Roma e Palermo. Donò al papa Pio VI il quadro della Madonna.

padre Fedele autoritratto 1

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here