Ribera: L’istituto è stato ristrutturato da pochi anni e non ha l’impianto di riscaldamento

1706

L’istituto comprensivo statale “Don Bosco”, la sede centrale di via Platania, è stato ristrutturato appena da qualche anno, non dispone dell’impianto di riscaldamento delle aule e degli uffici e ha creato disagi e lamentele tra gli alunni e le famiglie. E’ successo in questi giorni di temperature molto basse quando i bambini della scuola elementare hanno patito il freddo gelido, hanno seguito le lezioni con cappottini, sciarpe e berretti e hanno sollecitato, con la famiglie, di trovare una soluzione adeguata. Qualche bambino si è addirittura portato nello zaino una copertina per coprire le gambe.
La precaria situazione è stata portata dalle famiglie all’attenzione dei docenti, della dirigente scolastica e degli stessi amministratori comunali. Nell’immobile, riqualificato qualche anno fa con il rinnovo degli infissi interni ed esterni, dei servizi igienici, delle scale di sicurezza e dell’impianto elettrico, non sarebbe stato previsto l’impianto di riscaldamento per le aule e per gli uffici della direzione scolastica.
Si soffre da tempo il freddo e ultimamente alunni e docenti sono andati avanti con delle stufette elettriche piccole perché si è temuto che il contatore non sopportasse il carico di tanto consumo elettrico. Ora, con tanto freddo la situazione è precipitata per cui necessita la dotazione dell’intero sistema generale di riscaldamento, con caldaia a gas o a luce. La dirigente scolastica Anna Maria Conti, anche su pressione di tante famiglie, ha sollecitato l’amministrazione comunale e il sindaco Carmelo Pace ad individuare una soluzione per la realizzazione di un impianto centralizzato di riscaldamento. Saranno chiesti dei preventivi a ditte specializzate. E’ stato convocato il consiglio d’istituto della scuola.