Sen. Giuseppe Ruvolo: “No alla soppressione del centro medico legale dell’Inps di Sciacca”

200

“E’ in atto, nell’ambito della Direzione Generale Inps, un modello di riorganizzazione dell’Area Medico Legale che prevede la soppressione di tutti i Centri Medico Legali che non si trovano nei capoluoghi di provincia. Il criterio utilizzato per la riorganizzazione è quello di concentrare tutta l’attività medico legale Inps nei soli capoluoghi di provincia senza tener conto del grave e profondo disagio che verrebbe a crearsi per i cittadini”. Lo denuncia il senatore siciliano del gruppo Ala-Sc, Giuseppe Ruvolo, in un’interrogazione al ministro del Lavoro Giuliano Poletti e al ministro della Salute Beatrice Lorenzin.
“I ministri – prosegue Ruvolo – sono a conoscenza del modello di riorganizzazione in atto riguardante l’Area Medico Legale Inps? E’ necessario che il governo intervenga per verificare la congruità e razionalità di un simile modello unilaterale di riorganizzazione teso a penalizzare realtà strategiche e operose come quella di Sciacca”. E proprio sul caso di Sciacca Ruvolo chiede che azioni saranno messe in campo per scongiurare la soppressione del Centro Medico Legale anche perché si tratta di una zona del territorio agrigentino “all’estremità opposta di Agrigento in una provincia disposta in senso longitudinale e priva di idonea viabilità e di collegamenti pubblici fruibili viste le lunghe e reiterate paralisi della viabilità tra la parte occidentale ed orientale della provincia di Agrigento a causa dell’instabilità dell’unico ponte sul fiume Verdura che ha letteralmente spaccato più volte in due la provincia per mesi”. La Sede Inps di Sciacca, oggi, conclude, “tra medici, infermieri ed amministrativi, conta un personale di 54 dipendenti e, come il Tribunale di Sciacca, si trova al centro di una vasta area dove insistono 16 Comuni agrigentini e 5 Comuni del trapanese con una popolazione di 146.907 abitanti, un terzo di tutta la popolazione agrigentina. La sua strategica posizione consente di raggiungerla agevolmente ed in tempi brevi. Per questo non può e non deve essere soppressa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here