Ribera: I ladri assaltano le scuole prive di un servizio di video sorveglianza

1915

I ladri assaltano le scuole prive di un servizio di video sorveglianza e di un sistema di allarme e portano via tanto materiale informatico e didattico, arrecando diversi danni anche agli edifici, agli infissi e alla vetrate. Gli istituti della cittadina ormai sono in balìa di ladri e vandali che entrano ed escono a proprio piacimento.
L’ultimo episodio ha avuto luogo nei giorni scorsi, forse dopo Capodanno, a scuola chiusa, quando ignoti si sono introdotti all’interno del plesso scolastico “Cufalo” di via Berliguer, per fortuna, senza portar via alcun oggetto, forse perché spaventati da qualche auto di passaggio dal viale o dalla presenza di gente. La scoperta è stata fatta ieri mattina al rientro degli operatori scolastici e degli alunni. La dirigente scolastica Paola Triolo ha presentato denuncia all’Arma dei carabinieri.
Meno di due settimane fa, a ridosso delle feste natalizie, sempre ignoti ladri sono penetrati dal tetto all’interno dell’istituto comprensivo “Vincenzo Navarro”, in via Imbornone, da dove sono riusciti a portare via dozzine di computer portatili che erano al servizio, nelle singole classi, delle lavagne luminose interattive, con altro materiale informatico, abbastanza costoso e con pesanti difficoltà della scuola a ricomprarle. Si è parlato di 5-6 euro di danno economico.
Nel dicembre scorso, in prossimità delle feste dell’Immacolata, un altro pesante furto è stato compiuto ai danni dell’istituto comprensivo “Francesco Crispi”, nel plesso della scuola media di corso Umberto I, dove i ladri, entrando da una finestra con le sbarre di ferro recise, hanno fatto razzìa di 20 computer, stampanti, tastiere, modem, mouse e tante altre attrezzature per un valore complessivo di oltre 20 mila euro. Il laboratorio di informatica è stato azzerato e difficilmente potrà essere ricomposto.
Tutti questi istituti sono sprovvisti di sistema di allarme e video sorveglianza. I dirigenti scolastici hanno già scritto all’amministrazione comunale e al consiglio municipale di intervenire subito con la dotazione delle scuole di allarmi e di telecamere. Con i 25-26 mila euro di danno registrato si potevamo comprare diversi sistemi di allarmi, anche molto sofisticati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here