Caltabellotta: Ancora disagi per 17 famiglie sloggiate dalle loro case per la frana

1111

Ancora disagi e feste natalizie e del nuovo anno fuori dalle loro abitazioni per ben 17 famiglie che sono state sgomberate a fine novembre dalle loro case minacciate da una corposa frana della montagna sovrastante. “Abbiamo cercato di sistemarle in alloggi presi in locazione – ci dice il sindaco di Caltabellotta Paolo Segreto – ma tutte hanno preferito trasferirsi presso parenti ed amici nel centro urbano. Non potranno tornare nelle loro case sino a quando non saranno ultimati i lavori in corso della messa in sicurezza della montagna. Ci dispiace, ma dobbiamo garantire l’incolumità pubblica”.
Nonostante il periodo festivo, la Protezione Civile di Agrigento, con alcune ditte alle quali sono stati conferiti gli appalti dei lavori con la somma urgenza, è in piena attività nelle aree urbane messe a rischio dalla terribile alluvione del 25 novembre scorso che nel centro urbano ha portato tanti dissesti. Si lavora quotidianamente sulla via Bonfiglio e sul pianoro della chiesa di Sant’Agostino. Sta per essere riparata la barriera paramassi in via IV Novembre per consentire il transito, come pure sulle vie San Sebastiano e Fontanelle. I lavori di somma urgenza assommano a circa 40 mila euro.
Un importo consistente di circa 250 mila euro sarà, invece, utilizzato per la messa in sicurezza del costone di Monte Gogala da dove si sono staccati dei massi che hanno messo a serio rischio le sottostanti abitazioni che sono state prontamente evacuate. Si presume che i lavori in corso non saranno ultimati prima della fine di gennaio.