Ribera: Il consiglio comunale approva la nascita dell’Aro

220

Il consiglio comunale ha approvato la delibera con la quale la civica amministrazione ha scelto la modalità di gestione della raccolta dei rifiuti solidi urbani in “house”. Si tratta di un primo importante passo verso la creazione di una società comunale che gestirà in proprio il servizio, così come ha spiegato per la parte giuridico-amministrativa e finanziaria l’ing. Di Martino, esperto esterno, redattore del piano e incaricato dal Comune di Ribera. Si è scelta questa tipologia di gestione e non quella diretta comunale – è stato spiegato – perché l’ente locale, secondo quanto previsto dalle norme di legge che tutelano l’occupazione, deve assorbire il personale già in servizio all’ex Sogeir.
Ora, la deliberazione sarà inviata, con le altre carte, all’assessorato regionale all’Energia che dovrà vagliare il provvedimento amministrativo e il relativo progetto che dovrà portare alla costituzione della nuova società di gestione del servizio di raccolta dei rifiuti. Dall’opposizione sono venute diverse proposte, come pure dei suggerimenti sono arrivati dal movimento 5 Stelle, non rappresentato in consiglio. Il consiglio ha approvato con 9 voti la delibera, con 3 consiglieri astenuti e con 4 che hanno votato contro. Grande prova di responsabilità civica dell’opposizione che, se avesse abbandonato la seduta, avrebbe mandato in tilt i lavori. Il sindaco Pace, ieri, con una nota, ha avuto parole di ringraziamento per i consiglieri di maggioranza e minoranza per il senso di responsabilità dimostrato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO