Ribera: Il riberese Emanuele Misuraca da stasera sui grandi schermi dei cinema italiani

5589

Il giovane riberese Emanuele Misuraca da stasera sarà sui grandi schermi dei cinema italiani. Va in onda infatti la proiezione del film di Luca Lucini dal titolo “Come diventare grandi nonostante i genitori” nel quale l’attore di Ribera ha il ruolo di un giovane pianista e nel cartellone di presentazione della pellicola spicca la sua foto, un bel primo piano, e il suo nome, quarto nell’ordine dopo Giovanna Mezzogiorno, Margherita Buy e Matthew Modine, attori di grande fama nazionale ed estera. Il film è un proiezione anche a Ribera e lo si può vedere al Cine-Teatro Lupo, alle 18, alle 20 e alle 22.
E’ questo l’articolo che nei giorni scorsi abbiamo pubblicato quando il musicista-attore è stato per qualche giorno a Ribera.

Emanuele Misuraca al cinema
E’ laureato in pianoforte al conservatorio “Verdi” di Milano, scrive la musica di un documentario ambientalista e da qualche mese è pure attore nel film di Luca Lucini “Come diventare grandi, Nonostante i genitori”, accanto ad attori del calibro di Margherita Buy, Giovanna Mezzogiorno e Mattew Modine. Si chiama Emanuele Misuraca, riberese, ha appena 20 anni, vive a Milano, e ci parla della sua partecipazione al film, che farà il suo ingresso nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 24 novembre, ieri mattina a casa, a Ribera, accanto ad un bel pianoforte nero, B. Steiner, padrone di se stesso e delle attività professionali intraprese, con i genitori Rosaria e Carmelo e il fratello Marco, particolarmente emozionati.
Ci racconta la sua avventura cinematografica: “Con una fava due piccioni – ci dice – perché nel film interpreto il personaggio di un pianista del gruppo musicale Alex & Co. E’ stato il caso perché il regista Lucini aveva visionato una mia intervista, fatta per la produzione 302, mi ha chiamato e abbiamo iniziato le riprese a luglio a Milano e poi in Toscana, a San Quirico d’Orcia dove ho fatto il pianista della band. Abbiamo finito appena da alcune settimana e il 24 novembre avremo la prima. E’ stata una esperienza favolosa, ho conosciuto tanta gente, ho fatto amicizie e l’attore Mattew Modine è stato prodigo di tanti consigli”.
Emanuele è felice perché vede realizzati i suoi sogni nel cassetto: quello di valente musicista con laurea magistrale, dopo aver frequentato per alcuni anni il “Toscanini” di Ribera, e di possibile attore del grande schermo. Suona il pianoforte, ha in programma diversi concerti nel Milanese, partecipa a tanti concorsi nazionali e lascia la porta aperta al cinema e soprattutto alla musica. Ha in programma un altro casting a Roma per un film su cui mantiene un certo riserbo. Lavora con impegno per la musica e crea la colonna sonora di un documentario ambientalista che, già quasi pronto in dvd, sarà presentato in Italia e in Europa nei festival cinematografici.
“Amo tanto la mia terra, dove vivono i miei, ci torno spesso – conclude la breve chiacchierata – ma è a Milano che c’è la possibilità di fare carriera e affacciarsi al mondo”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO