Oggi la giornata mondiale contro il diabete. L’impegno della Croce Rossa Italiana

178

Istituita nel 1991, la Giornata Mondiale del Diabete è organizzata dal 2002 da Diabete Italia, il 14 novembre, per sensibilizzare e informare sulla prevenzione e gestione del diabete. Durante la Giornata Mondiale del Diabete, centinaia di eventi si svolgono in tutta Italia grazie ad associazioni e organizzazioni che offrono gratuitamente servizi di prevenzione e informazione.
Croce Rossa Italiana è una delle principali organizzazioni a prender parte alle iniziative con la convinzione che lo sviluppo dell’individuo passi necessariamente anche attraverso la promozione della salute, intesa come “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale” (OMS), che richiede quindi un approccio globale ed integrato all’individuo , basato sulla persona nel suo intero e nei diversi aspetti della sua vita .

Secondo quanto stimato da Diabete Italia, si calcola che in Italia oggi 4 milioni di persone soffrono di diabete di tipo 2, ma per l’ 1,6% di queste si tratta di casi non ancora diagnosticati e seguiti clinicamente. Il 4,3% della popolazione (2,6 milioni di persone) ha invece difficoltà nel mantenere il valore glicemico nella norma, condizione che prelude allo sviluppo del diabete. La veloce crescita dei casi è dovuta soprattutto alla cattiva alimentazione e al minor dispendio energetico a causa di uno stile di vita sedentario. Secondo le stime, si prevede che le persone diagnosticate con diabete saranno 5 milioni nel 2030. Per quanto riguarda il diabete di tipo 1, si stima che in Italia circa 250 mila persone ne soffrano.
Il 14 e 15 Novembre, i Volontari CRI Sicilia saranno quindi impegnati durante gli eventi per informare e formare la popolazione sulla prevenzione di quei comportamenti a rischio che conducono alla patologia. Con la collaborazione di associazioni e istituzione presenti sul territorio, l’obiettivo delle attività organizzate è anche la sensibilizzazione per l’adozione di uno stile di vita sano e lontano dai comportamenti a rischio e così fornire linee guida per tener sotto controllo il proprio stato di salute.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO